i Guerrieri dell’Amore

1 Luglio 2016 | | Commenti disabilitati

…siamo in tanti,non dormiamo mai e non smettiamo mai…Ci puoi vedere in ogni angolo delle strade,dentro a un bar seduti vicini a chi teniamo,con lo sguardo fisso su di lei che cerchiamo ogni piccola esitazione per poi scacciarla via.Osserviamo ed ascoltiamo attenti senza perderci una sola parola,siamo adoranti ed abbiamo una luce negli occhi che non hai mai visto prima, e non ci facciamo mai abbattere o scoraggiare.Siamo i Guerrieri dell’Amore e facciamo delle emozioni una spada per vincere la tristezza e la delusione.Non vogliamo mai parlare del male perche’ non conosciamo la sconfitta e del male siamo i primi nemici e siamo capaci di parlare d’amore per ore e ore senza stancarci mai difendendo coloro che ci stanno a cuore,e siamo pronti ad affrontare orde maligne scacciando ogni dubbio e incertezza.Viviamo per lei e respiriamo per lei,non esistiamo se non siamo nei suoi pensieri,e vogliamo restare sempre dentro la sua anima…ci cibiamo di amore e affetto e non lasciamo mai un lavoro a meta’:amiamo completamente e assolutamente,siamo i Guerrieri dell’Amore e ci puoi trovare ovunque,basta che guardi bene intorno a te e noi siamo li.Pero’ devi usare il cuore per vederci e l’anima per ascoltarci…siamo in tanti ma abbiamo bisogno di chi ci creda veramente,e qualcuno di noi  ti sta gia aspettando…

quello che resta del giorno

1 Luglio 2016 | | Commenti disabilitati

tto noi stessi a chi ci fa credere di essere in grado di risolvere la nostra solitudine e di farci sorridere anche solo per un secondo,facendoci dimenticare che il tempo ormai ci ha battuti e al quale abbiamo dato solo la nostra frustrazione e rabbia per cio che avremmo voluto e potuto ma non siamo riusciti a fare.O meglio,non abbiamo voluto fare, perche’ essere noi stessi comporta ferire gli «altri»,si, coloro i quali ci avevano promesso di amarci e rispettarci e che ci hanno creato intorno una casa,una famiglia,i doveri,i sensi di colpa,una prigione che ormai ci soffoca e ci rende muti e silenziosi.Siamo servi delle incombenze e delle responsabilita’,ci sentiamo utili a fare per gli altri quello che gli altri non fanno per noi,arrivando a spiegare agli amici che noi siamo sempre stati corretti e rispettosi,anche se sappiamo bene che non lo sono stati altrettanto gli altri,quelli che abbiamo vicino ma non sentiamo nemmeno quando dormiano insieme a loro,che solo il contatto ormai ci infastidisce e vorremmo essere a mille chilometri da li.E’ allora che la fantasia si sostituisce alla realta’,quella realta’ che non riesci piu’ a cambiare e che non ti piace piu’ da molto tempo,e la fantasia diventa il tuo aereo che ti porta in posti bellissimi con persone che ami e con cui vorresti condividere quello che resta della tua vita.Si,cio che resta perche’ gli anni corrono come la tua fantasia e non si fermano mai,perche’ gli anni che passano sono ormai uno in meno in quel conto alla rovescia verso qualcosa che non conosciamo ma che nemmeno vogliamo e bramiamo.Adesso che sai tutto questo,adesso che anche oggi sta passando e non hai realizzato nulla di quello che veramente volevi,torna di la e pensa a cosa devi fare anche oggi per dimostare di essere una persona corretta e rispettosa.Ma non aspettarti una carezza o una buona parola perche’ quelle non le hai mai avute e mai le avrai,ti aspettano solo lacrime amare che silenziosamente scenderanno e bagneranno quel foglio dove avevi scritto quella poesia cosi bella e dolce che nessuno leggera’ mai, dove descrivi l’amore che avresti sempre voluto ma non hai mai avuto,rimpianto insieme agli altri rimpianti,tenendo dentro te quel dolce segreto dell’anima,un’anima che chiede solo di esistere ogni giorno,e di vivere d’amore ogni giorno che le resta…

non sono solo parole

17 Febbraio 2014 | | 1 Commento

Che misterioso che e’ l’amore.Da quando emettiamo il primo vagito,ed anche prima nel ventre di nostra madre,veniamo accuditi,protetti,amati incondizionatamente seppur non ricambiamo con altrettanto amore ,ma solo per il fatto di esistere portiamo gioia a chi ci sta intorno.Poi cresciamo e cerchiamo di imparare la differenza tra il bene e il male,ma senza mai farci mancare l’amore materno ,che a volte si trasforma in una vera ossessione confondendoci nell’adolescenza sui sentimenti,portandoci a diventare dei veri «mammoni» per troppo amore.Cominciamo ad avere i primi approcci amorosi ed a usare quella parola cosi importante come ti voglio bene e ti amo,magari per esternare un sentimento forte verso una persona a cui teniamo molto,senza il significato vero che arrivera’ molto piu’ avanti.Ci sono persone che non l hanno mai pronunciata nella loro vita, anche solo per timidizza o perche’ mai portati a dirla veramente col cuore, e ci sono persone che l’ hanno detta una sola volta ad una persona,e ancora adesso la dicono sempre a quella persona…Ma quello che e’ importante e’ sapere che quando dici «ti amo» a una persona non sono solo due parole che suonano bene insieme ma il significato che c e’ dentro e’ che ti voglio nella mia vita,sei tutto cio che conta per me,non potrei piu’ vivere senza di te e mi manca il fiato quando non ci sei,che quello che e’ il mio mondo e’ anche il tuo e quello che vedo io lo vedi tu e lo senti tu,siamo una cosa sola,io e te…Percio’ quando anche oggi,in questa giornata cosi’ importante per alcune persone innamorate,dirai quelle parole dagli il peso che hanno veramente e dilla con tutto il tuo cuore perche’ colui o colei alla quale sono rivolte pensa che siano riservate solo per lei,e non giocare con i sentimenti di chi ti vuole bene perche’ a volte non ci resta altro nella vita che rifugiarci uno nell’altro,creando un mondo che e’ solo nostro e dal quale gli altri sono esclusi.Una splendida prigione dove la condanna dell’ergastolo e’ la pena piu’ agognata…Dedicato a tutte le persone innamorate.

uomini

8 Febbraio 2014 | | 1 Commento

li vedi ridere e scherzare e della vita prendersi gioco
fuori dai bar coi bicchieri in mano e l’anima nascosta
delle donne loro parlano e bugie inventano per sembrar grandi
ma dei dolori non parlano mai delle sconfitte nessuno sapra’
corrono a perdifiato incontro alla vita senza mai voltarsi indietro
perche’ domani e’ un altra sfida e c’ e’ da crescer in fretta
sono difficili da catturar e quando vogliono sanno far male
ma della famiglia e della mamma solo ben ne san parlare
le donne per alcuni son figurine da scartare e da scambiarsi
ci san giocare ed il cuore ad alcune possono fa scoppiare
ma non pensare di tenerli per te perche’ molti non sanno amare
ma quando la donna giusta riescono a trovare dolci e teneri san diventare
e non li cambiare per farli diventare come solo nei sogni li puoi trovare
hanno un cuore e lo sanno usare ma con cura lo devi maneggiare
perche’ fragili possono sembrare se non li sai capire e perdonare
perche’ duri la vita li fa diventare e a volte fanno fatica anche a scherzare
ma se l’anima di un uomo vuoi vedere usa l’amore e la tenerezza per sapere
e potrai tenere nelle tue mani tutto cio che loro ti sapranno dare
sei una donna e potrai diventare della loro vita l’altare se certi punti saprai toccare
percio’ non ti dimenticare: amali e fatti amare e non c e’ altro da sapere
e fino alla fine potrai assaporare quanto un uomo ti possa adorare
e se un giorno li vedrai piangere fa che sia di gioia per un figlio che deve arrivare
perche’ a volte dolore fa rima con cuore ma non far si che diventi il silenzio della vostra vita l’unico rumore…

per te(una donna)

25 Gennaio 2014 | | Commenti disabilitati

ti alzi la mattina con mille cose da fare
parole buone per tutti e mai tempo per vivere
bambini da vestire e lavare colazione da scaldare
uomini distratti che ti regalano scampoli di affetto
mentre tu dentro vorresti piangere per quello che non hai mai fatto
ma le lacrime le tieni per te quando sarai da sola
una casa da riassettare per cui nessuno ti ringraziera’
poi la spesa perche’ non manchi niente nemmeno i rimproveri
e ti fermi a guardare due ragazzi innamorati e ripensi a quando lo eri anche tu
quando il cuore ancora batteva forte e tutto sembrava possibile
il mondo era tuo e suo e due cuori erano uno
la prima volta da ricordare e tanti cuori da disegnare su quel diario che nessuno ha letto
ma che porti ancora dentro te
e se lo sguardo di un uomo ti sfiora
ti senti ancora bella e viva come allora
ma e’ solo un attimo che vola via
insieme ai tanti rimpianti che ti accompagnano
e arriva sera e anche oggi se n e’ andato come quel pensiero che ti raggiunge
di essere felice un giorno come tu sai sia possibile
e immagini quell’amore che non hai mai avuto
che venga a trovarti ogni sera e porti con se le rose piu’ belle
che ti stringa forte a se e ti dica parole dolci d’amore
che ti dia quell’amore che hai sempre sognato
perche’ ti basterebbe una parola e tu fuggiresti con lui
ma poi le tenebre prendono il sopravvento e ti ritrovi sola
mentre lui dorme perche’ la giornata e’ stata dura
e il domani si avvicina con i suoi riti sempre uguali
con quei gesti ormai consunti e finti
ma dentro te ti dici che un giorno cambiera’ e che troverai il tuo amore
certo,che troverai quello che meriti un giorno
si,un giorno…..un giorno….

Caro Babbo Natale…

24 Dicembre 2013 | | 1 Commento

ti scrivo questa letterina anche quest’anno sperando tu possa esaudire qualcuno dei miei desideri.Non ti chiedo la pace nel mondo perche’ so che e’ un’utopia e non potra’ mai essere cosi’,non ti chiedo la felicita’ perche’ so che la vera felicita’ e’ dentro di noi e dobbiamo solo trovarla non lasciandocela sfuggire dalle mani,non ti chiedo di risolvere il problema della fame nel mondo perche’ so che non sei tu a volerla ma l’uomo che pensa ad armarsi ed arricchirsi sfruttando chi non ha nulla se non la propria dignita’ di vivere, e fino a che ci saranno i ricchi ci saranno anche i poveri,non ti chiedo di illuminare coloro che ci governano facendogli capire che la gente non ce la fa piu’ e stiamo morendo lentamente dentro prima che fuori,aggrappandoci ad ogni piccola speranza per poi venire delusi sistematicamente,perche’ so che non capirebbero cosi’ presi dalla loro smania di accumulare privilegi e ricchezze a discapito di un popolo che non ha mai imparato dai propri errori…Ma una cosa posso chiedertela, e so che la farai:aiutaci ad essere migliori e piu’ comprensivi,a farci vedere le cose belle e farcele apprezzare anche quando sembrano piccole e insignificanti,facci essere veramente piu’ buoni e solidali con gli altri,e non solo perche’ e’ Natale,dacci la possibilita’ di vedere crescere i nostri figli in un mondo migliore e che dia loro la certezza che un giorno le loro capacita’ e i meriti gli verranno riconosciuti,senza dover vendere la loro dignita’ per sopravvivere…E soprattutto facci conoscere l’amore,per le persone,per le cose,per gli animali e tutto cio che ci circonda,perche’ intorno a noi ce n e’ veramente tanto ma spesso non lo sappiamo cogliere o lo lasciamo sfuggire scioccamente,pentendoci quando ormai non si puo piu’ rimediare,e dentro ne abbiamo tanto da dare e siamo pronti a riceverlo…E se vedi Lui digli che quaggiu’ abbiamo ancora bisogno del suo aiuto perche’ siamo uomini e sbagliamo ogni giorno, e continueremo a sbagliare ogni giorno. Abbiamo dimenticato i Suoi insegnamenti e siamo diventati cinici e superficiali,a volte cattivi e indisponenti,ma sono sicuro che se ognuno guardasse bene dentro di se troverebbe quella scintilla ancora accesa che ci fa dire di essere ancora degli esseri umani con dei sentimenti veri e sinceri,capaci di grandi generosita’ e forti di spirito.Dentro di noi c e’ tutto quello che ci serve per essere migliori,ma lo sappiamo gia’…Buon Natale e buone feste a tutti voi e che il nuovo anno vi possa far realizzare tutto quello che desiderate.Con affetto.giampaolo.
Foto: Caro Babbo Natale...</p>
<p>ti scrivo questa letterina anche quest'anno sperando tu possa esaudire qualcuno dei miei desideri.Non ti chiedo la pace nel mondo perche' so che e' un'utopia e non potra' mai essere cosi',non ti chiedo la felicita' perche' so che la vera felicita' e' dentro di noi e dobbiamo solo trovarla non lasciandocela sfuggire dalle mani,non ti chiedo di risolvere il problema della fame nel mondo perche' so che non sei tu a volerla ma l'uomo che pensa ad armarsi ed arricchirsi sfruttando chi non ha nulla se non la propria dignita' di vivere, e fino a che ci saranno i ricchi ci saranno anche i poveri,non ti chiedo di illuminare coloro che ci governano facendogli capire che la gente non ce la fa piu' e stiamo morendo lentamente dentro prima che fuori,aggrappandoci ad ogni piccola speranza per poi venire delusi sistematicamente,perche' so che non capirebbero cosi' presi dalla loro smania di accumulare privilegi e ricchezze a discapito di un popolo che non ha mai imparato dai propri errori...Ma una cosa posso chiedertela, e so che la farai:aiutaci ad essere migliori e piu' comprensivi,a farci vedere le cose belle e farcele apprezzare anche quando sembrano piccole e insignificanti,facci essere veramente piu' buoni e solidali con gli altri,e non solo perche' e' Natale,dacci la possibilita' di vedere crescere i nostri figli in un mondo migliore e che dia loro la certezza che un giorno le loro capacita' e i meriti gli verranno riconosciuti,senza dover vendere la loro dignita' per sopravvivere...E soprattutto facci conoscere l'amore,per le persone,per le cose,per gli animali e tutto cio che ci circonda,perche' intorno a noi ce n e' veramente tanto ma spesso non lo sappiamo cogliere o lo lasciamo sfuggire scioccamente,pentendoci quando ormai non si puo piu' rimediare,e dentro ne abbiamo tanto da dare e siamo pronti a riceverlo...E se vedi Lui digli che quaggiu' abbiamo ancora bisogno del suo aiuto perche' siamo uomini e sbagliamo ogni giorno, e continueremo a sbagliare ogni giorno. Abbiamo dimenticato i Suoi insegnamenti e siamo diventati cinici e superficiali,a volte cattivi e indisponenti,ma sono sicuro che se ognuno guardasse bene dentro di se troverebbe quella scintilla ancora accesa che ci fa dire di essere ancora degli esseri umani con dei sentimenti veri e sinceri,capaci di grandi generosita' e forti di spirito.Dentro di noi c e' tutto quello che ci serve per essere migliori,ma lo sappiamo gia'...Buon Natale e buone feste a tutti voi e che il nuovo anno vi possa far realizzare tutto quello che desiderate.Con affetto.giampaolo.

ogni giorno devono combattere con la diffidenza,l’ignoranza,l’incivilta’ di questa societa’ cosidetta “civile” dove chi e’ “diverso” e’ considerato un rifiuto e viene emarginato,considerato uno scarto perche’ non adatto a soddisfare i nostri bisogni, spesso un peso e un fastidio per gli occhi.Ebbene per te che quando vedi un’ingiustizia nei loro confronti ti giri dall’altra parte,per te che nei parcheggi gli rubi il posto per fare prima a fare la spesa, per te che li offendi e li sbeffeggi in ogni modo,per te che non hai rispetto della loro dignita’,sappi che la loro umanita’ e’ cosi grande da non poter essere nemmeno paragonabile e il loro cuore talmente grande da poter farci stare dentro chiunque,anche tu.Sono Angeli imperfettti pieni di gioia di vivere in questo mondo cosi’ indifferente e cinico,capaci di insegnarti cosa vuol dire apprezzare il dono della vita senza chiedere nulla in cambio.E io sono uno di loro….

il Cuore Nero

9 Ottobre 2013 | | 2 Commenti

Mi avevi detto che mi amavi,mi avevi promesso che mi avresti protetta e non mi avresti fatto mancare nulla…(un colpo sordo ed il sangue comincia ad uscire).Ed invece erano tutte bugie
che mi hai detto per tanto tempo,da sempre.Cominciasti quando ci sposammo diventando sempre piu’ geloso e possessivo,impedendomi anche di uscire con le amiche che oramai non mi vedevano piu’,sospettoso per nulla e crudele e cinico quando potevi…(la mano si scaglia sul viso e lascia un segno profondo).Quando ti ho conosciuto eri un uomo meraviglioso sempre pieno di premure,non mancavi mai di dirmi quanto mi amassi,non c’ era giorno che non mi dicessi quanto ero bella e la tua dolcezza mi aveva intenerito il cuore…(la mano chiusa a pugno si avventa sullo zigomo spaccandolo, facendo uscire il sangue dalla bocca).
Inspiegabilmente ma inesorabilmente cambiasti diventando un’altra persona,senza pieta’ per i miei pianti e i miei gridi d’aiuto,incurante del male che facevi a me ed ai tuoi figli che assistevano quasi giornalmente alle tue furie devastanti….(la mano si stringe attorno al collo fino a rendere il viso cianotico,il respiro comincia a mancare).Non serviva che ti dicessi e ti implorassi di smetterla,che non avevo nessun’altro e che ti amavo,tu solo e sempre,nonostante tutto,evitando di denunciarti e cosi’ mettere fine alla nostra vita insieme,alla nostra famiglia….(mi prende per i capelli strattonandomi per la stanza,le forze cedono e non riesco piu’ a vedere bene).Quella sera dopo che me ne andai coi bambini mi dicesti di volermi vedere ancora una volta,volevi parlarmi e sembravi diverso,cambiato,volevo darti un’altra possibilita’ e volevo credere nel tuo cambiamento….(quei fendenti nello stomaco mi facevano sanguinare ancora piu’ copiosamente dalla bocca e il dolore era lancinante).Ma non servi’ a niente:avevi l’occasione di eliminare quello che credevi il tuo problema mentre la realta’ era che il problema l’avevi dentro te,non mi vedevi piu’ come una donna ma come una madre da uccidere per quello che non ti aveva dato e che credevi io non volessi piu’ darti,come un bambino abbandonato alla solitudine della notte dei sentimenti,ascoltando solo quel cuore nero che pulsava di odio irrefrenabile,dimenticando tutti quei momenti felici passati insieme…(il corpo non reagisce piu’ e il respiro si e’ fermato,per sempre).E adesso che di me ti e’ rimasta solo quella macchia sbiadita sul pavimento della cucina provi a mentire a te stesso e agli altri dicendo che ti tradivo,che non ero piu’ la stessa,che mi amavi da morire….
(si sforza di piangere al funerale ma dentro si complimenta: «o mia o di nessuno”).
La tua condanna sara’ vivere ancora sapendo che non troverai piu’ chi ti capisca e ti ami veramente come ho fatto io,che ti dia tutta se stessa per renderti felice,facendoti rodere ancora dentro da quel cuore nero,fino a quando non troverai un’altra donna su cui riversare quella furia bestiale che ti rende incapace di vedere quanto tu sia malato,celandoti al meglio per ingannarla di nuovo………………………………………………………………………………………………….

quante donne dovranno ancora morire nel silenzio e nell’indifferenza senza potersi difendere
e senza poter impedire che, altre come loro, cadano vittime di uomini mai cresciuti o cresciuti male e che possano togliere loro la vita con la sola colpa di avergli voluto troppo bene a discapito di chi non gliene ha voluto abbastanza?Basta.Basta.BASTA……

La serenita’ non sta intorno a noi ma dentro di noi…dobbiamo solo trovarla

Pace e serenita’…nient’altro

Perche’ oggi sia una  giornata indimenticabile e possa incontrare persone che mi vogliono bene…

Perche’ possa realizzare qualcosa di unico e di speciale da poter ricordare…

Auguro a tutti che anche oggi non sia una giornata sprecata…

Prima di uscire dai un bacio alle persone che ti vogliono bene…

Adessso ho capito cosa accomuna la maggior parte di noi qui dentro,la solitudine.Questa e’ la verita’…

Quando non sai cosa dire taci,e’ la risposta migliore…

La vita e’ adesso, non domani……

L’Amore non si divide,si moltiplica…

Io so qual e’ il segreto per essere felici…amare

Non smettere di amare…l’amore non si spiega

ricordati di me…..

guarda il video su youtube: http://youtu.be/ONcVdqAnNL0

 

 

 

 

 

 

 

alba e tramonto( a mio padre)

27 Settembre 2013 | | Commenti disabilitati

Eccoci qui, ancora una volta,uno di fronte all’altro….Quanti anni sono passati,quante rughe sono arrivate a ricordarci che non siamo invincibili e indissolubili,quanti scontri e litigate senza aver mai odiato ma solo combattuto per far sentire che ci siamo e che ci confrontiamo,senza a volte capirci ma sempre uniti e uguali dentro al cuore,sapendo che un giorno ci sarei stato io dalla tua parte e allora tutto sarebbe stato chiaro….Ti ricordi le domeniche mattina, quando mi accompagnavi con la mano a comprare fumetti che gia’ mi davano l’idea di volare senza ali,dandomi sempre la tua attenzione per farmi capire che quei momenti erano unici e non ritorneranno mai,indelebili tasselli nella memoria di bambino felice e sognatore,gli stessi sogni che facevi tu e che hai lasciato dove li ho lasciati io,in attesa che qualche altro bambino li raccolga e li faccia suoi….E non mancava mai una carezza per confortare i miei momenti di tristezza,attenuati da un calcio ad un pallone,mentre le stagioni si susseguivano inesorabili e quel bambino gia’ uomo s’imbatteva nelle difficolta’ di vivere ed amare,adesso si capace di perdere e ritrovare chi ti prendeva il cuore per giocare a volte senza sapere il male che ti faceva….E c’eri anche quando la gioia di dare una nuova vita al mondo mi riempiva il cuore di tenerezza,quando nulla era piu’ importante, e mi chiedevo se anche tu avevi provato la stessa sensazione meravigliosa di poter proteggere un bene cosi’ grande e unico,vedendola crescere giorno dopo giorno,specchio di te e rivalsa di quello che non ti avevano dato….Ed ora che siamo qua,ancora una volta a guardarci negli occhi,segnati dal tempo e dalle frasi mai dette,con quei capelli ormai imbiancati ed una smorfia tra le labbra che vuol dire ormai che il tramonto si avvicina,volevo dirti quello che non ti ho mai detto ma che tu sai ho sempre portato dentro me…Volevo dirti che ti voglio bene e che sono sempre stato orgoglioso di te,che sei stato il padre migliore che potessi avere e che non ti abbandonero’ nell’oblio dei ricordi ma sarai sempre dentro me,ora e sempre.Ciao Papa’….

L’Uomo allo specchio

19 Settembre 2013 | | Commenti disabilitati

Mi dicevo sempre che non mi avrebbe fatto male,che avrei vinto
questo dolore che lacera la carne da dentro impedendomi di pensare,
di ragionare,di vivere….Mi dicevo che il tempo mi avrebbe aiutato e
che domani sarebbe stato un’altro giorno e che il temporale sarebbe
finito,la tempesta si sarebbe calmata e tutto si sarebbe fermato…
Ma e’ stato peggio,e’ stato peggio.Anche il silenzio urla e non mi
lascia dormire,le finestre stridono dentro la mia testa e non vogliono
smettere di tormentarmi l’anima,o quello che resta di lei…Ho anche
pensato che se avessi preso delle pillole forse mi sarei dolcemente
addormentato e tutto sarebbe finito ma dove puo’ trovarlo il coraggio
chi non e’ riuscito a vincere le avversita’ della vita,fuscello in balia
del vento che repentinamente cambia volto alla disperazione,lasciandomi
nudo davanti ai miei fallimenti,specchio di vecchie speranze e nuove illusioni
bugie raccontate a me stesso per poterci credere ancora,ancora,ancora,e ancora….
Si,lo so,adesso lo so:ho perso e non posso trovare piu’ scuse e giustificazioni a quello che ho voluto ma che piano piano mi sta facendo capire che la vita non ti da una seconda
occasione per essere te stesso e per capire l’importanza
di quello che hai lasciato sulla strada del rimpianto,oramai
lasctricata di buoni propositi ma sgretolata dalla realta’ crudele
e ineluttabile che non si puo’ ritornare sui propri passi dopo che
l’hai annientata con Mi dicevo sempre che non mi avrebbe fatto
male,poche parole sbagliate….E rimango qui, ancora qui, con
quella sigaretta in mano che ormai sta per finire,con la cenere
che lentamente ingrigisce nelle mie mani,mentre osservo il passato
che torna prepotente ed assillante a ricordarmi che sono un uomo
che ha vissuto il passato e che sopporta il presente ma che non
vedra’ il futuro, perche’ il futuro c’e’ gia stato e come una fotografia ingiallita
dal tempo rimane impressa nella pellicola della mente ,
indelebile,eterna,indissolubile….Ora basta,finalmente le membra
chiedono riposo,il sonno finalmente si avvicina e finalmente potro’ tornare
ad essere quello che ho sempre voluto in un luogo dove siamo tutti liberi
di essere noi stessi,cancellando tutto il male e il dolore,sperando che questa volta
sia per l’eternita’.In fondo anch’io lo merito.Ed e’ tutto cio che mi rimane….
Foto: L'Uomo allo specchio</p>
<p>Mi dicevo sempre che non mi avrebbe fatto male,che avrei vinto<br />
 questo dolore che lacera la carne da dentro impedendomi di pensare,<br />
di ragionare,di vivere....Mi dicevo che il tempo mi avrebbe aiutato e<br />
 che domani sarebbe stato un'altro giorno e che il temporale sarebbe<br />
 finito,la tempesta si sarebbe calmata e tutto si sarebbe fermato...<br />
Ma e' stato peggio,e' stato peggio.Anche il silenzio urla e non mi<br />
lascia dormire,le finestre stridono dentro la mia testa e non vogliono<br />
 smettere di tormentarmi l'anima,o quello che resta di lei...Ho anche<br />
 pensato che se avessi preso delle pillole forse mi sarei dolcemente<br />
 addormentato e tutto sarebbe finito ma dove puo' trovarlo il coraggio<br />
 chi non e' riuscito a vincere le avversita' della vita,fuscello in balia<br />
 del vento che repentinamente cambia volto alla disperazione,lasciandomi<br />
 nudo davanti ai miei fallimenti,specchio di vecchie speranze e nuove illusioni<br />
bugie raccontate a me stesso per poterci credere ancora,ancora,ancora,e ancora....<br />
Si,lo so,adesso lo so:ho perso e non posso trovare piu' scuse e giustificazioni a quello che ho voluto ma che piano piano mi sta facendo capire che la vita non ti da una seconda<br />
occasione per essere te stesso e per capire l'importanza<br />
di quello che hai lasciato sulla strada del rimpianto,oramai<br />
 lasctricata di buoni propositi ma sgretolata dalla realta' crudele<br />
 e ineluttabile che non si puo' ritornare sui propri passi dopo che<br />
 l'hai annientata con Mi dicevo sempre che non mi avrebbe fatto<br />
 male,poche parole sbagliate....E rimango qui, ancora qui, con<br />
quella sigaretta in mano che ormai sta per finire,con la cenere<br />
che lentamente ingrigisce nelle mie mani,mentre osservo il passato<br />
 che torna prepotente ed assillante a ricordarmi che sono un uomo<br />
 che ha vissuto il passato e che sopporta  il presente ma che non<br />
vedra' il futuro, perche' il futuro c'e' gia stato e come una fotografia ingiallita<br />
dal tempo rimane impressa nella pellicola della mente ,<br />
indelebile,eterna,indissolubile....Ora basta,finalmente le membra<br />
 chiedono riposo,il sonno finalmente si avvicina e finalmente potro' tornare<br />
ad essere quello che ho sempre voluto in un luogo dove siamo tutti liberi<br />
di essere noi stessi,cancellando tutto il male e il dolore,sperando che questa volta<br />
 sia per l'eternita'.In fondo anch'io lo merito.Ed e' tutto cio che mi rimane....

Grazie

9 Marzo 2013 | | 7 Commenti

Grazie.Grazie per la vita che mi hai dato e che ogni giorno mi insegna qualcosa che rimane indelebile dentro me…

Grazie per il sole che con i suoi raggi da splendore e gioia al mondo che rinasce di continuo e che non si ferma mai, rendendo tutto piu’ vivo e vero…

 Grazie per le persone che mi circondano che con la loro presenza mi ricordano sempre il motivo per cui io sono qui e che rendono speciale la mia esistenza…

Grazie per l’amore che mi hai dato e che ancora mi darai,linfa vitale per questo cuore che batte all’unisono con l’anima,cercando sempre quello che possa rendermi migliore senza mai dimenticare chi sono…

 Grazie.

Il coraggio

27 Dicembre 2012 | | Commenti disabilitati

Ho fatto molta strada per trovarti,non e’ stato facile ma ora sono qua.Ho chiesto a molte persone chi potesse aiutarmi e questa estenuante ricerca mi ha portato a te,anziano e canuto monaco eternamente in meditazione e lontano dal mondo come noi lo conosciamo. Mi hai fatto sedere davanti a te e ,senza proferire parola ,hai capito quale fosse il mio problema e perche’ abbia fatto cosi’ tanta strada per questo.Guardandoti sembri avere un’eta’ indefinibile ma al tempo stesso hai una tranquillita’ nello sguardo che infonde un senso di pace e serenita’ ed ogni parola che hai pronunciato in seguito,con calma e soppesando ogni sillaba,mi faceva capire quanto di piu’ ci fosse dentro te da scoprire.Il mio problema e’ che non riesco piu’ a trovare il coraggio,mi sono perso nelle tenebre dell’insicurezza e sono stato avvolto dallo sconforto e dall’incertezza,impedendomi di affrontare anche la benche’ minima difficolta’.Allora tu mi hai detto che cosa fare:dovevo andare in cima ad una montagna in un luogo sperduto e lontano dove pochi si sono avventurati,e li avrei trovato quello che poteva servirmi.Ma l’avrei trovato solo se fossi riuscito a raggiungerne la cima.Partii subito dopo averti ringraziato e mi diressi da solo verso questa meta sconosciuta ,ignaro di cio che mi sarebbe accaduto ma fiducioso che quello che cercavo oramai da tempo immemore fosse li ad aspettarmi.Quando raggiunsi la montagna, solo guardandola mi sembrava che la cima fosse talmente in alto da non riuscire ad intavvederla,circondata da nebbie fitte e scure.Ma non potevo tirarmi indietro e cominciai  la mia scalata.Dopo alcuni giorni ,dopo essere sopravissuto a tormente e venti ghiacciati,dovetti affrontare lupi affamati e pericoli continui,rischiando piu’ volte di soccombere alle avversita’ ma la forza di voler arrivare alla cima mi aiuto’ a superare ogni difficolta’.Finalmente riuscii ad arrivare faticosamente alla cima e mi arrampicai verso l’ultimo faticoso crepaccio che mi separava dalla tanto agognata meta e,con mia immensa sorpresa,mi ritrovai davanti una distesa di prati verdi splendenti ed una natura incontaminata e silenziosa dove l’unico punto che si diversificava da questo insieme di celestiali visioni era un piccolo laghetto dove l’acqua vi confluiva da una piccola cascata,pura e semplice fresca acqua.Mi avvicinai alla sponda di questo specchio d’acqua e vidi la mia immagine riflessa all’interno dello stesso,e capii.Tutta la strada e le difficolta’ che avevo affrontato nei giorni precedenti per arrivare qui ,rischiando anche la vita ,non erano altro che la prova stessa:quello che credevo di aver perso e di non riuscire piu’ a trovare in realta’ era dentro di me,non se ne era mai andato,ma aveva soltanto bisogno di essere alimentato e tirato fuori.Questo mi ha insegnato che il coraggio l’abbiamo dentro di noi,che c’e’ e ci sara’ sempre,ma che dobbiamo dargli modo di manifestarsi nel momento di difficolta’ aiutandoci a vincere gli ostacoli che ogni giorno ci mettono alla prova,senza mai dare l’opportunita’ all’arroganza e alla sopraffazione di avere la meglio,unica strada per realizzare i nostri piu’ grandi sogni e per difendere quella giustizia che ci guida nelle scelte migliori per noi e per le persone a cui teniamo di piu’.

Non chiederti mai se e’ adesso,lo capirai solo vivendo il momento…

Non cercarla ossessivamente,ti trovera’ Lei se saprai aspettare…

Ascolta il tuo cuore e non potrai restare deluso mai…

Lasciati andare alle emozioni,fa che penetrino in te senza trovare ostacoli,

ti daranno cio che non hai mai provato e che forse non proverai mai piu’…

Cercala negli occhi di un bambino,gli stessi che avevi tu un tempo quando ancora ci credevi,

ma solo chi l’ha provata riuscira’ a ritrovarla…

Vivi ogni momento della tua vita dandogli l’importanza che ha senza rimpiangere quello che adesso non hai piu’,

anche se non ritornera’ sara’ unico e solo tuo…

Dona tutto cio che hai alla persone a cui tieni veramente,senza risparmiarti mai,

solo cosi’ ti ricorderanno per sempre e vivrai nei loro cuori…

Quando una lacrima solchera’ le sue guance fai che sia una lacrima di gioia

perche’ anche nei momenti peggiori sia meravigliosa questa esistenza cosi’ frettolosa ed irriconoscente…

Non dimenticare mai che siamo noi a renderla indimenticabile

e che ogni parola non detta quando potevi dirla diverra’ un rimpianto da scontare nel silenzio della solitudine…

 E soprattutto sii grato di cio che hai e fai che ci sia sempre una persona vicina a te per condividere gioie e dolori,

usando comprensione ed amore, perche’ il segreto per essere felici e’ solo questo, per quanto tempo dipendera’ da te,solo da te…

                          guarda il video su youtube:http://youtu.be/4pgqIk-oTuI

                                                                                                                         

Bugie

31 Luglio 2012 | | Commenti disabilitati

A volte le raccontiamo a noi stessi per credere di essere ancora vivi ed immaginare che non sia cambiato niente e che tutto procede bene,”regolarmente”,che nulla puo’ abbatterci o farci sentire meno di quello che in realta’ siamo.Siamo fatti cosi’,preferiamo convincerci che la vita continua e che niente e nessuno e’ insostituibile anche se dentro noi sappiamo bene che non potra’ piu’ essere come prima,fingiamo giorno dopo giorno di portare avanti i nostri principi e di poter raggiungere gli obiettivi prefissati senza ammettere che forse quegli obiettivi sono cambiati,che non sono piu’ gli stessi, se non addirittura che non esistono piu’ e che erano frutto di uno stato d’animo e di una situazione idilliaca che adesso non c’e’ e che probabilmente non si ripresentera’ essendo legata a un periodo,a delle emozioni particolari,a delle parole che con il tempo perdono di consistenza ma che macerano come il primo giorno.E cosi’ ci illudiamo che prima o poi cambiera’ e che ritroveremo ancora quello che abbiamo definitivamente perduto,senza voler ammettere a noi stessi che questo cammino e’ senza un punto di arrivo perche’ e’ sbagliato il motivo per cui lo percorriamo,sapendo che la strada non e’ la stessa e che se vogliamo veramente cambiare possiamo trovare quei motivi nuovi ma antichi dentro altre parole che suonano in modo diverso ma che hanno gli stessi significati,ritrovando quelle motivazioni che credevamo ormai perdute per sempre.Dobbiamo saper ascoltare con un cuore nuovo ed aperto,privo di sovrastrutture emozionali che ci tengono legati al passato come un masso che ci trascina verso il fondo e che ci impedisce di nuotare verso la salvezza,imparando a non aver paura di sbagliare ancora perche’ gli errori ci aiutino a capire che la vita e’ adesso e che non ci sara’ nessuna replica,ma avendo sempre davanti i nostri momenti piu’ belli che resteranno indelebili,impressi in quel velo di seta che si chiama memoria e che non ci abbandonera’ mai,se noi lo vogliamo…

guarda il video su YOUTUBE http://youtu.be/FJ6T0YiCZLk

Padre&figlia

14 Giugno 2012 | | Commenti disabilitati

Siediti qui ed ascoltami,figlia mia.E’ tanto tempo che volevo dirtelo e non
posso piu’ aspettare,il tempo e’ arrivato.Quando ero giovane
la vita mi sembrava bella ed interminabile,credevo di essere invincibile e tutto
mi era concesso,avevo dentro quell’energia di cui la giovinezza ti riempie.Non
esistevano limiti a quello che la mia mente poteva realizzare e credevo sarebbe
durato per sempre.Ma uno splendido giorno di sole tu sei arrivata e,proprio
mentre mi regalavi i tuoi primi interminabili sorrisi,pensavo a come avevo fatto
a vivere sino a quel momento senza te,come potevo alzarmi senza pensare a te
stringendoti le mani cosi’ piccole e cosi’ forti, pronte ad afferrare la vita e
a non lasciarla mai.La tua felicita’ e il tuo dolore diventarono per me quello
che mi faceva andare avanti, speranzoso che un giorno ti avrei visto crescere
realizzando i tuoi sogni piu’ nascosti e desiderati,con quella voglia di
scoprire e di capire tutti i segreti della vita,inciampando ma rialzandoti piu’
forte di prima,facendo dei tuoi errori esperienza per poterli trasformare in
nuova energia.Speravo che un giorno avresti conosciuto anche tu quel sentimento
cosi’ forte e devastante che si chiama amore e che avresti gioito e sofferto
nell’amare e nell’essere ricambiata,magari con il privilegio di saperti
innamorare senza farti ingannare da chi non ti avrebbe meritata,con i primi baci
rubati e quelle promesse presto disilluse.E che studiando ed impegnandoti
saresti stata capace di affermarti e di dimostrare a te stessa ed a chi ti vuole
bene quanto e’ difficile realizzare cio che si sente dentro,facendo
dell’amicizia un baluardo insormontabile.Adesso che il mio tempo e’ finito e che
gia’ vedo all’orizzonte il sole calare inesorabilmente andando ad abbracciare il
mare,ti posso dire,figlia mia,che sei stata il mio gioiello piu’ luccicante e
che cio che mi hai dato mi ha reso quello che sono.Perdonami se non sono stato
sempre vicino a te quando ne avevi bisogno e se a volte nascondevo le lacrime
dietro scuse banali per non farti rattristare ma pensa sempre che tu eri il mio
passato ed il mio presente,la mia ragione di vita e la luce che illuminava il
cammino nell’oscurita’,dando certezze all’indecisione della quotidianita’.Quindi
non prenderti pena per me e per dove mi condurra’ questo ultimo tratto di strada
perche’ sono stato fortunato di averti avuta vicina a me, e tutto quello che mi
hai dato l’ho nascosto dentro me e lo portero’ nella valigia dei miei ricordi
piu’ cari facendone tesoro,per te che il tempo non e’ mai abbastanza,per te che
ogni gattino e’ tuo,per te che sai solo amare senza chiedere nulla in cambio,per
te…figlia mia.

guarda il video su YOUTUBE http://youtu.be/g6BsA_s-_WQ

 

GUARDA IL VIDEO SU YOUTUBE http://youtu.be/V6C48VzsCRs

 

Ogni giorno usciamo per andare a lavorare o per sbrigare le nostre commissioni senza dare importanza a chi lasciamo in quel momento o senza pensare che potremmo,per uno strano scherzo del destino,non avere la possibilita’ di tornare dove eravamo,impedendoci di portare a termine cio che ci eravamo prefissati.Ma quel che e’ peggio e’ che ci verrebbe tolta la possibilita’ di dire alle persone che amiamo quello che sentiamo per loro,esprimere quei sentimenti che giorno dopo giorno ci portiamo dentro, incapaci di dar loro voce quasi fosse una vergogna poter dire alla nostra compagna,con cui condividiamo ogni attimo della nostra vita, quanto sia importante averla vicina e che la notte ci sembra meno buia quando siamo con lei.Poter abbracciare i nostri figli e senza bisogno di molte parole fargli sapere che viviamo per loro e per poterli proteggere dagli incubi peggiori,fiduciosi che un giorno saranno loro a difenderci.Trascurare un po del tempo che a volte sprechiamo inutilmente per andare a dire ai nostri genitori quanto siamo grati di cio che ci hanno dato per diventare quello che siamo e che non li lasceremo mai da soli, come loro fecero con noi,avendo finalmente capito quello che volevano insegnarci,frutto dell’esperienza e della saggezza.Tornare da chi abbiamo offeso o umiliato per chiedere scusa,pregni di quell’umilta’ che dovrebbe alimentarci per saper vivere con gli altri,consapevoli che un giorno potremmo anche noi aver bisogno di aiuto e conforto.Quindi oggi,prima di uscire a riempire la tua giornata di gesti ripetitivi e sempre uguali,non dimenticare di dirle quanto le vuoi bene e quanto e’ importante per te,perche’ la tua vita non sia rimpianto ma abbia un nuovo inizio per ritrovare in te stesso quello che veramente conta di essere vissuto in questo tempo che passa cosi’ velocemente..

                                                          guarda il video su YOUTUBE http://youtu.be/GjxmXYseOuc

                                                                                                           

Per te che sei sempre presente quando ho bisogno di confidarmi

e che non manchi mai di incoraggiarmi quando mi sento giu’

per te che culli i miei pensieri nella notte evitando che diventino

soffocanti tralci di inquietudine

per quello che fai senza chiedere mai nulla in cambio

sapendo in cuor tuo che sei sempre nei miei pensieri

per tutte le volte che alle parole hai anteposto i gesti

dimostrando quello che nessuna frase puo’ far capire

per avermi insegnato cosa ci puo’ essere oltre ad una semplice banale abitudine che mai banale e’ per te, e adesso anche per me

per aver sopportato in silenzio che la tempesta passasse senza mai

sentirti per questo meno importante per me

per aver protetto ed accudito i nostri tesori piu’ cari

anche quando le forze ti vanivano meno senza mai cedere allo sconforto facendo delle difficolta’motivo per combattere ancora di piu’

per te e per tutte coloro che ogni giorno deevono battersi per ottenere rispetto e dignita’ mai come ora cosi’ calpestate e offese

pagando con la vita a scelte drammaticamente sbagliate

dettate dal troppo amore per chi lo ha buttato via come un fiore appassito

a te dico che il mondo e’ tuo ed e’ nostro e che non devi vergognarti di piangere sulle tue delusioni e per l’incomprensione che ti circonda

perche’ ci sara’ sempre qualcuno che prendera’ la parte migliore di te e ne fara’ germogliare i frutti rigogliosi fino a traformarlo in qualcosa che si chiama rispetto

per chi crede ancora in un futuro piu’ giusto e sereno

perche’ il tuo nome e’ donna e dentro te c’e’ molto piu’ di questo

quindi stringimi ancora forte le mani ed accompagnami verso il destino che ci attende senza paura o timore

insieme ed abbracciati ti proteggero’ e mi aiuterai a salvare l’anima

prima che la notte ci prenda con se definitivamente…

 

 

Per tutte le donne della nostra vita…  guarda il video su YOUTUBE http://youtu.be/9_DUTCDxIPQ

aquiloni nella tempesta

29 Febbraio 2012 | | 1 Commento

Cosa conta di piu’ di cio che siamo o di quello che abbiamo fatto

sabbia che non lascia il segno se non nel nostro cuore

cicatrici di lame silenziose che distruggono pensieri che risorgono invadenti

catturando nella notte luci distanti dell’anima solitaria

impigliata nei sussurri di fiato caldo che ristora

 immagini confuse di bambini che giocano distratti e spensierati

mi riportano al riparo dall’amarezza di vivere di quello che piu non e’

 tessendo nella memoria indelebili gesti d’amore

 carezze per l’anima inquieta e che non vuole arrendersi

dimenandosi dentro quella gabbia di emozioni tremolanti

 incapace di sentire quello che gia’ il tempo conosce

limitandoci ad aver paura di chi vuole entrare a ristorare

 cercando di convincerti che sia giusto cosi’

abbandonando antiche sensazioni che custodivi dentro te ma che chiedono disperatamente di essere libere

 e le vedi allontanarsi verso quel posto segreto che solo noi sappiamo

attendendo di riprendere nuova vita fino al giorno che ritorneranno a splendere di luce d’amore

 l’unico motivo per esistere e non morire

 cosi’ come facciamo noi aquiloni nella tempesta perche’ sai che un giorno si plachera’

e allora tutto piu’ chiaro diventera’…

                                                                                                             

Dimmi se sei felice…

31 Gennaio 2012 | | 4 Commenti

Passiamo la vita a cercarla e quando l’abbiamo ce la facciamo sfuggire di mano.Qualcuno dice di non averla mai vista e non ci crede piu’,altri sono convinti di averla sempre avuta ma non sanno bene darle una definizione precisa e preferiscono viverla cosi’ come viene,al momento.Ma pochi sanno veramente cos’e’ e possono dire di averla conosciuta bene,di averla avuta tra le mani essendone consci della fortuna di cui potevano godere in quel momento,fortunati eletti tra i tanti.La felicita’,questo termine cosi’ astratto e di cosi’ svariate interpretazioni che non lascia scampo ai compromessi perche’ «c’e l’hai o non ce l’hai»,perche’ «lo sei o non lo sei» e spesse volte,dopo tanto tempo che non vedi una persona a te cara,ti spingi a chiederle se e’ felice,come fosse una domanda a cui si puo’ rispondere con la stessa facilita’ con cui ci viene posta,ben sapendo in cuor tuo che la risposta non potra’ essere si perche’ pensavi tu di essere la sua felicita’ e che senza te non l’avrebbe mai potuta avere.Crediamo di essere in grado di poter far provare a chi ci sta a cuore quel sentimento cosi’ forte ed indimenticabile che definiamo felicita’,di essere capaci di diventare cio che di meglio ci possa essere per gli altri,convinti di conoscere profondamente l’animo di coloro i quali ci hanno dato il loro cuore o piu’ semplicemente la loro amicizia,dove alla nostra assenza l’unica alternativa e’ l’oblio.Ma purtroppo non e’ cosi’ e la concezione di felicita’ cambia con l’esperienza ,con le nuove frequentazioni e quello che credevamo indelebile all’improvviso si fa meno chiaro e definito,ritagliando contorni nuovi,aderenti a chi in quel momento e’ vicino a noi ed influisce sul nostro modo di vedere le cose con nuove prospettive,forse non migliori ma diverse da quello che erano,trasformando quella che era la felicita’ in una piu’ semplice aspettativa oramai superata dagli eventi piu’ recenti.Chi voleva poter sposarsi ora vuole avere dei figli,chi cercava realizzazione nel lavoro adesso punta alla carriera,chi voleva poter suonare adesso cerca il contratto discografico,spostando sempre piu’ in su l’asticella dei desideri da realizzare e da «sostituire» i precedenti obiettivi per sentirsi veramente «felice» ed appagato.Io penso che invece la felicita’ debba essere catturata nel momento stesso in cui pensi di averla tenendola stretta con te,condividendola sempre con qualcuno che possa farne parte giornalmente,alimentandola con nuove emozioni e non lasciando che venga meno la tua voglia di scoprire come sia bello anche il ricordo che rimane di momenti unici che fanno della vita una splendida avventura, alternata da delusioni e dolori che ti fanno capire quanto sia importante credere in te stesso e fare parte di questo viaggio verso la vera felicita’ che e’ scoprire se stessi e quello che conta veramente per ognuno di noi…

                                                                                                                             

Figli del futuro

22 Dicembre 2011 | | 11 Commenti

 

Ti guardo,ti osservo e mi rivedo.Si,sei identica a me,non ci sono dubbi.Quale splendida magia fa si che possiamo rispecchiarci in coloro che un giorno prenderanno il nostro posto nella vita,riponendo in loro fardelli troppo grandi da portare,sperando che un giorno possano cambiare questo mondo imperfetto che abbiamo loro lasciato,debellando ogni malattia o differenza,vivendo in pace in un paese dove le armi sono un lontano ricordo,dove il colore della pelle non sia piu’ motivo di distinzione razziale ma che l’unica importanza sia data a quello che ognuno rappresenta dentro,dove il pensiero diventi fonte di miglioramento per la comunita’ e dove il rispetto per la vita per i piu’ deboli sia il primo comandamento del cuore,dove l’uguaglianza debelli definitivamente la delinquenza insegnandoci ad apprezzare le cose importanti ed i momenti di felicita’,rassegnandoci al nostro destino che un giorno ce ne andremo e contera’ solo quello che avremo lasciato di buono di noi…Ma mi rendo conto di essere andato troppo lontano e forse di avere troppo aspettative su di te e sulle generazioni che verranno,cambiamenti ai quali non assistero’,ma mi piacerebbe che i sogni qualche volta si realizzassero e che veramente il bene sopprimesse il male,lasciandoci finalmente liberi di essere noi stessi senza condizionamenti o pressioni,felici di sbagliare e di ricominciare sapendo di aver intrapreso la via giusta.E mentre tu dormi ancora avvolta dai tuoi sogni imperscrutabili lasciandomi parlare da solo, ti copro ancora una volta per farti sentire che io sono sempre qui e che non ti lasciero’ da sola ma ti accompagnero’ silenziosamente nel tuo cammino,tu che sei la mia anima e la mia speranza.Per sempre.Buon Natale e Buone Feste a tutti.

                                                                                                                                

 

Quando

31 Ottobre 2011 | | 5 Commenti

Quando credi che non ci sia piu’ niente da fare ed anche quella piccola luce che illuminava il cammino  si spegne lentamente lasciando intravedere le tenebre dell’oblio

quando quelle sicurezze che credevi indistruttibili ed ineluttabili che con tanta fatica avevi alimentato e rafforzato giorno dopo giorno in pochi secondi le vedi cadere e sbriciolarsi nelle tue mani

quando cio che e’ stato non e’ piu’ e diventa sempre piu’ difficile crederci e sopportarlo convinto che non sarebbe mai e poi mai potuto succedere

quando resti ad aspettare che una voce amica ti possa venire in aiuto dandoti la possibilita’ di avere ancora la speranza di provare ancora quel dolce e sottile sollievo

solo in quel preciso momento saprai di aver vissuto veramente la tua esistenza e di aver dato cio che si aspettavano da te, contraddizione fatto uomo ma sentimento mai scalfito dall’incoscenza e dalla disperazione,ancora pronto alla sconfitta che mai ti pieghera’ perche’ sei molto di piu’ del nulla che ti circonda

Quando il tempo che scorre si trasforma in un lenta ed inesorabile tortura a cui non avresti mai voluto partecipare negandoti anche la voce per scacciare i fantasmi del passato abbarbicati sull’anima ferita

quando nella brezza del mattino con un tiepido sole che ti accarezza non provi quell’emozione di cominciare una nuova avventura che pensi debba avere un lieto fine e ti arrovelli cercando invano una giustificazione a cosi’ tanto scempio

quando ti guarderai una volta ancora dentro quello specchio che ormai ti regala solo languide bugie che fanno bene al cuore ma deteriorano le convinzioni profonde che ti riempivano la caraffa della vita ormai desolatamente vuota

quando girandoti indietro vedrai solamente distruzione e dolore lasciandoti confondere dalle parole dette nel rimpianto capaci di scavare una voragine nei tuoi pensieri piu’ belli facendoti credere che niente era bello come quando lo stavi vivendo

solo in quel preciso momento ricordati chi sei e cosa hai creato della tua vita e quanta gioia hai regalato a chi non aveva piu’ nulla da chiedere e pensa a quelle splendide giornate di sole passate a dare forma ai tuoi desideri reconditi che, anche se non hanno trovato dimora nella tua realta’, un giorno si trasformeranno esattamente in cio che vorrai,perche’ quando le tue azioni sono guidate dal cuore sai che arriveranno dove e’ giusto che arrivino,che non avrai amato invano e che soprattutto sei ancora in grado di costruire quella cattedrale dentro di te dove trovare la pace e la serenita’,facendoci entrare tutte le persone che ti vogliono bene ma non te lo dicono,luogo dove anche i sogni piu’ irrealizzabili prendono forma e che si chiamano consapevolezza di essere stato te stesso,senza compromessi o baratti,fonte d’acqua fresca dove abbeverarsi per vincere l’arsura,quercia secolare dove sdraiarsi per riparasi dal caldo afoso dell’estate,porto sicuro della nave sfuggita alla tempesta, dove ritrovare il piacere del calore avvolgente da chi vuole solo rifugiarsi per la notte in attesa del viaggio ormai prossimo con la bussola sempre ferma verso quel punto,quella stella che e’ ancora li a guidare il mio cammino verso terre sconosciute, indicandomi orizzonti lontani che attendono di essere conquistati,girandola senza fine di questa vita impalpabile ed inafferrabile…

                                                                                                                        

la Signora

23 Settembre 2011 | | 1 Commento

Si,sapevo che saresti tornata prima o poi.Ti stavo aspettando.E,dimmi,dove sei stata tutto questo tempo?… Ero dentro di te,non te ne sei accorto?…Aspettavo solo il momento giusto per uscire,ed e’ arrivato,,, Gia,dimenticavo che tu tendi ad abbarbicarti dentro ogni piccola fessura o incrinatura che si presenti dentro me,insinuandoti senza pieta’ e non lasciandomi piu’,parassita dei peggiori,cibo per quei pensieri scuri e neri che avvolgono la nebbia della mente…Si,e’ vero,e’ quello che mi riesce meglio e sono una specialista in questo.Ma lasciamo stare i convenevoli,veniamo a noi:sei pronto a venire con me?…Sapessi quanti amici troverai ad aspettarti,non vedono l’ora di prenderti con loro…Quasi quasi sono gia’ convinto.E,dimmi,perche’dovrei venire con te lasciandomi avvolgere dalle tue braccia accoglienti e sinuose?…Lo sai che solo io posso darti quella pace e tranquillita’ che cerchi da sempre,non sentirai piu’ dolore o sofferenza,ti dimenticherai cosa sia l’amarezza o la delusione,tutto ti sembrera’ nuovo ed accettabile…finirai di piangerti addosso per nulla…basta solo che tu lo voglia e tutto cio finira’ in un momento…dai,non avere timore,fidati di me…in fondo,che senso ha vivere una vita come questa dove niente e’ come vuoi e nessuno ti da quello che meriti?…Ne parli come se non valesse la pena di essere vissuta,come se tutti i nostri sforzi per realizzare qualcosa di unico e bello fosse solo una chimera per poveri illusi ingannati dalle parole e da falsi profeti che ci spingono giorno dopo giorno verso il baratro della rassegnazione…Certo,non vedi cosa succede?Conta solo quello che gli altri vogliono che tu sia,sei una pedina sacrificabile all’altare dell’ipocrisia perche’…e’ piu’ importante quello che hai di quello che sei…e non credere che le emozioni ti possano aiutare in questo perche’ bonta’ significa stupidita’ e aspettano solo che tu ceda un’attimo per rubarti tutto quello per cui hai combattuto fin’ora…

(siamo soli e soli resteremo e gridare non ti servira’,verra’ considerato solo fastidioso rumore…e la voce non la sentiranno piu’…quindi,non tentennare ancora,dammi la tua mano affinche possa accompagnarti nel tuo ultimo viaggio da dove,sai,non tornerai…)

E’ vero quello che dici,siamo davvero cosi’ piccoli e meschini,ipocriti ed egoisti,privi a volte di quell’umanita’ che ci contraddistingue.Ma penso che se venissi con te avresti vinto tu ancora una volta,cosi’ come e’ successo ormai troppe volte fino ad oggi.E quindi,ascolta,Signora dell’Oscurita’,ammaliatrice di anime perse e confuse,lasciami tentare ancora di ritrovare dentro me quello che pensavo perduto ed allontanarmi da me affinche possa riprovare dove pensavo non ci fosse piu’ possibilita’ di riuscita,lascia che faccia dei miei valori e degli affetti piu’ cari uno scudo alle debolezze che ogni giorno incrinano le mie piu’ profonde convinzioni e che mi hanno fatto vincere battaglie assai piu’difficili,restituendomi quella dignita’ che fa di me un’essere umano che puo cadere ma che,allo stesso modo,si rialza pronto a riprendere piu’ forte di prima.Quindi dissolviti nel nulla che ti contraddistingue perche’non riuscirai ad avermi,cio che mi ha aiutato fin’ora continuera’ a sostenermi per condurmi alla fine di questa starda che percorrero’ da solo e dove tu non sei la benvenuta…questa volta ti sei ritrovato in tempo per evitare la sconfitta ma ricordati che saro’ sempre vicino a te,saro’ la tua ombra e non ti libererai mai di me,e quando cederai e ti lascierai andare saro’ li…e questa volta non sarai cosi’ fortunato…perche’ sei solo  un’uomo e prima o poi ti abbandonerai allo sconforto ed io saro’ li ad aspettarti…sinuosa ed accogliente…per l’eternita’…

                                                                             

                                                                                                                                donnacncappucciokz0

Lasciala andare…

9 Agosto 2011 | | 3 Commenti

…La vita e’ fatta di stagioni che passano e non ritorneranno mai.E quando lo saprai sara’ troppo tardi per tornare indietro,non ci sara’ piu’ il tempo per i rimpianti o le parole mai dette.Camminiamo avanti e cerchiamo nuove emozioni e stimoli pronti a sostituire chi non c’e’ piu’ nei nostri pensieri senza sapere che per altri ci siamo ancora,che altri raccolgono i ricordi per poter tenere insieme quelle illusioni che credevano vere,prigionieri di sensazioni colme di significati che sbiadiscono alla luce del sole.

Quando senti che quello che era non c’e’ piu’,solo allora.capisci come puo’ esserci il vuoto dove prima non potevi aggiungere altro,dove prima nulla poteva sembrare impossibile da dire o da fare,lancinante lama che squarcia lumi notturni inquieti e lontani,come parole che si perdono nel vento…

Non dire cosi’,non sei poi cosi’ messo male da pensare certe cose!In fondo ne hai passate tante e ancora ne passerai e,di sicuro,adesso sarai libero di fare quello che vuoi che prima non avevi,giusto?E pensa a quante occasioni ti si presenteranno davanti,bastera’ saperle cogliere perche’ ogni lasciata e’ persa!

…No,non e’ importante questa effimera felicita’ che ci ostiniamo a cercare sapendo che non c’e’ e che l’avevamo gia’ nelle mani,che qualcuno o qualcosa se l’e’ portata via e che non ritornera’ piu’ lasciandomi da solo a chiedermi cosa avrei potuto fare per cristallizzarla ,rinchiudendola dentro quello scrigno della mente dove tutto si fa piu’ facile,dove non ci sono compromessi o rimpianti,dove ogni cosa e’ dove deve stare perche’ significa sempre qualcosa quello che fai,perche’ non c’e’ niente che non valga la pena di dire…

Ma cosa dici,ma ti sei bevuto il cervello?Non c’e’ nulla che valga la pena di farti perdere il tuo tempo per cose che non sai se poi ci guadagnerai qualcosa,che magari ti ostini a credere vere ed importanti ma non lo sono,illusioni della mente in cerca di facili entusiasmi per pacare insoddisfazioni che non riesci a cancellare.Dai retta a me:spassatela e goditela che la vita e’ corta e passa in fretta,l’ultimo treno sta per passare e se lo perdi…

…perche’ ho la sensazione che quello che restera’ sara’ solo un dolore profondo che si incuneera’ ancora piu’  dentro nell’anima infettando quello di buono che avevo protetto dalle tempeste piu’ forti e devastanti?Perche’ ho la sensazione che ogni parola detta durante questo cammino lungo e periglioso sia diventata un macigno da portare faticosamente ed immotivatamente,trasformandosi in una corona di spine che affondano nella carne i loro artigli affilati,squarciando ogni convinzione in mille domande senza risposta?Posso solo dire che ho cercato di fare di una vita un sogno,ricamando sospiri dove c’erano dubbi,riempiendo di tutto dove niente c’era,che ci credevo e ancora ci credo e che non lascio che cio che e’ stato diventi rimpianto ma semmai dimostrando che lasciando quello che non mi era dovuto diventi un’ulteriore e definitivo gesto d’amore, perche’ da questo possa nascere qualcosa di altrettanto bello e puro in memoria di cio che e’ stato e che ancora sara’,per me e per questo cuore destinato a non fermarsi mai fino a quando non trovera’ pace alla sua eterna solitudine…

15134_179191356451_42887181451_2982728_3382150_n

Un giorno speciale

13 Aprile 2011 | | 7 Commenti

Cara Anna,
ieri e’ stato un giorno importante,speciale per chi ti vuole bene:hai compiuto ventidue anni.E sembra ieri che ti tenevo fra le braccia,tu cosi’ piccola ed indifesa in balia del destino che tanto si era accanito su di te cercando,senza riuscirci,di toglierti quel sorriso sempre presente sul tuo viso, quasi a voler scacciare ogni dolore e tristezza che si potesse addensare su te.Avrei voluto fosse diverso questo giorno per te,bambina mia(perche’ resterai sempre la mia bambina),dandoti quello che meriteresti fosse da sempre e che ,anche per sbagli miei ,non sono riuscito a realizzare per te ma sono sicuro che un giorno si avverera’ quel piccolo desiderio di vederti felice e sorridente,con quel tuo splendido sorriso che manca da troppo tempo sul tuo viso spesso corrucciato e deluso.Sai, a volte i “grandi” fanno delle cose che non vorrebbero e dicono delle parole che possono far soffrire le persone che hanno vicino e a cui vogliono bene,vanificando e distruggendo in pochi secondi tutto cio che di bello avevano costruito insieme con fatica e dolore,superando ostacoli che credevano insormontabili ma uniti da quella speranza che ti da la forza per continuare e ti fa dire che un giorno cambiera’ e spuntera’ il sole dove adesso c’e’ il buio,uniti ed indivisibili contro ogni avversita’.Poi il tempo sembra togliere il fiato e ti accorgi troppo tardi di quante cose hai lasciato indietro incompiute e da realizzare che forse mai lo saranno, ma non puoi piu’ fare nulla e quel maledetto orgoglio ti sopraffa’ e ti uccide le parole in gola mentre vorresti urlarle e gridarle ma non riescono ad uscire,mentre vorresti stringere forte chi hai vicino per dirle che non e’ cambiato nulla e che quello che provi e’ sempre lo stesso sentimento che ti faceva vivere giorno dopo giorno dandoti gioia e dolori ma senza mai essere scalfito dalla delusione o dall’amarezza,pietra grezza lavorata dal tempo e dalle emozioni che ormai si rincorrono impazzite dentro te.Mi piacerebbe che un giorno anche tu potessi provare questo sentimento cosi’ forte e devastante ma immancabile nella vita di ognuno di noi e che potessi avere accanto a te qualcuno che possa darti tutto se stesso incondizionatamente e che scopra in te tanta bellezza ed amore cosi’ come e’ successo a me,fortuna destinata a pochi ma che portero’ sempre dentro me,e vorrei anche esserci quando cio accadra’ per poterti consigliare ed accompagnare con discrezione in questa splendida avventura che e’ la vita.Vorrei che anche tu avessi una persona vicina che ti possa dare una carezza quando piu’ ne sentirai il bisogno,restituendo tanto amore con altrettanta gioia,sentendo i suoi passi al mattino e sapendo che c’e’ e che,seppur silenziosamente,ti accudisce e rende migliore la tua esistenza,come un angelo invisibile che si prende cura di te e non ti lascia mai solo.Ricordo ancora quando dicevi le tue prime parole e tra quelle c’era anche posto per me,quasi sussurrando quel papa’ che per me rendeva vivibile quella vita allora tanto difficile,storpiandone altre da far diventare un variopinto insetto leggiadro ed elegante una “parcalla” piena di significato e di tenerezza,tu che da bruco sei diventata crisalide ed infine farfalla tra le piu’ belle,unico e solo vero amore mio.Ma non preoccuparti perche’ la tua mamma ed il tuo papa’ ti vogliono e ti vorranno sempre tanto bene,qualunque cosa succeda,e non ti lascieranno mai da sola,questo te lo prometto.Spero che un giorno tu possa capirmi e ,anche se forse non leggerai mai queste parole ,tu possa vedere nei miei occhi quello che non ha bisogno di essere spiegato perche’ noi siamo una sola cosa,ora e sempre.Ti voglio bene.Il tuo papa’.

1320137

cubi250_1251207927

…A come “assapora ogni attimo e sara’ per sempre”…
…B come “bevi dalla fonte della conoscenza,prima o poi ti servira’”…
…C come “combatti per cio che credi giusto,nessuno lo fara’ per te”…
…D come “dividi cio che hai con chi ami,solo cosi’ diventera’ importante”…
…E come “esprimi quello che hai dentro prima che qualcuno faccia in modo che non debba mai emergere”…
…F come “fai della tua vita un’avventura indimenticabile,non succedera’ piu’”…
…G come “giura solo se sei in grado di mantenere le promesse”…
…H come “hai un cuore,sappilo usare al momento giusto e non sprecarlo per chi non ti apprezza”…
…I come “impara ad ascoltare oltre le parole,c’e’ molto di piu’”…
…J come “John Miles e “music”,una canzone da ricordare”…
…K come “kiamala,sta aspettando che tu lo faccia,ora”…
…L come “lasciala andare,qualcosa di bello rimarra’”…
…M come “metti davanti a tutto i sentimenti veri,non restera’ altro”…
…N come “non farti ingannare da chi ti adulera’,chi ti apprezza non te lo dira’”…
…O come “ora fai quello che da sempre ti riprometti di fare,forse non potrai farlo domani”…
…p come “prendi dagli altri solo il meglio,per il peggio c’e’ sempre tempo”…
…Q come “quando ti guarda in quel modo non parlare,baciala”…
…R come “resta sempre te stesso qualunque cosa succeda,sei tutto cio che hai”…
…S come “scegli con la testa ed ama con il cuore,sara’ piu’ difficile soffrirne quando la perderai”…
…T come “trova in te stesso quei motivi che ti danno ogni giorno linfa per vivere,serviranno nei momenti bui”…
…U come “un uomo puo’ piangere ed essere sempre un uomo,migliore e piu’ forte”…
…V come “vedi oltre le apparenze e quello che ti fanno credere,l’anima e’ la”…
…Z come “zappa e ara quel giardino che stai da anni rendendo rigoglioso,i frutti non tarderanno ad arrivare”…
……..ma soprattutto non dimenticarti di me,io non lo faro’ e ti portero’ per sempre nel mio cuore.Grazie per tutto cio che mi hai dato.Giampaolo.

L’utopia

15 Novembre 2010 | | Commenti disabilitati

494d1c0338c07_bigCARTA DEI DIRITTI DELL’UOMO
Firmata a Parigi il 10/12/1948

 

Preambolo
Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, eguali e inalienabili, costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo;
considerato il disconoscimento e il disprezzo dei diritti umani hanno portato ad atti di barbarie che offendono la coscienza dell’umanità, e che l’avvento di un mondo in cui gli esseri umani godano della libertà della parola e di credo e della libertà dal timore e dal bisogno è stato proclamato come la più alta aspirazione dell’uomo;
considerato che è indispensabile che i diritti umani siano protetti da norme giuridiche, se si vuole evitare che l’uomo sia costretto a ricorrere, come ultima istanza, alla ribellione contro la tirannia e l’oppressione;
considerato che è indispensabile promuovere lo sviluppo di rapporti amichevoli tra Nazioni;
considerato che i popoli delle Nazioni unite hanno riaffermato nello Statuto la loro fede nei diritti umani fondamentali, nella dignità e nel valore della persona umana, nell’eguaglianza dei diritti dell’uomo e della donna, e hanno deciso di promuovere il progresso sociale e un migliore tenore di vita in una maggiore libertà;
considerato che gli Stati membri si sono impegnati a perseguire, in cooperazione con le Nazioni unite, il rispetto e l’osservanza universale dei diritti umani e delle libertà fondamentali;
considerato che una concezione comune di questi diritti e di questa libertà è della massima importanza per la piena realizzazione di questi impegni:
L’ASSEMBLEA GENERALE
Proclama

La presente dichiarazione universale dei diritti umani come ideale comune da raggiungersi da tutti i popoli e da tutte le Nazioni, al fine che ogni individuo e ogni organo della società, avendo costantemente presente questa Dichiarazione, si sforzi di promuovere, con l’insegnamento e l’educazione, il rispetto di questi diritti e di queste libertà e di garantirne, mediante misure progressive di carattere nazionale e internazionale, l’universale ed effettivo riconoscimento e rispetto tanto fra i popoli degli stessi Stati membri, quanto fra quelli dei territori sottoposti alla loro giurisdizione.

ARTICOLO 1
Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

ARTICOLO 2
A ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nelle presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.
Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del paese o del territorio cui una persona appartiene, sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi altra limitazione di sovranità.

ARTICOLO 3
Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della propria persona.

ARTICOLO 4
Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.

ARTICOLO 5
Nessun individuo potrà essere sottoposto a tortura o a trattamenti o a punizioni crudeli, inumane o degradanti.

ARTICOLO 6
Ogni individuo ha diritto, in ogni luogo, al riconoscimento della sua personalità giuridica.

ARTICOLO 7
Tutti sono eguali dinanzi alla legge e hanno diritto, senza alcuna discriminazione, a una eguale tutela da parte della legge. Tutti hanno diritto a una eguale tutela contro ogni discriminazione che violi la presente Dichiarazione come contro qualsiasi incitamento a tale discriminazione.

ARTICOLO 8
Ogni individuo ha diritto a un’effettiva possibilità di ricorso a competenti tribunali nazionali contro atti che violino i diritti fondamentali a lui riconosciuti dalla costituzione o dalla legge.

ARTICOLO 9
Nessun individuo potrà essere arbitrariamente arrestato, detenuto o esiliato.

ARTICOLO 10
Ogni individuo ha diritto, in posizione di piena eguaglianza, a una equa e pubblica udienza davanti a un tribunale indipendente e imparziale, al fine della determinazione dei suoi diritti e dei suoi doveri, nonché della fondatezza di ogni accusa che gli venga rivolta.

ARTICOLO 11
Ogni individuo accusato di un reato è presunto innocente sino a che la sua colpevolezza non sia stata provata legalmente in un pubblico processo nel quale egli abbia avuto tutte le garanzie necessarie per la sua difesa.
Nessun individuo sarà condannato per un comportamento commissivo od omissivo che, al momento in cui sia stato perpetrato, non costituisse reato secondo il diritto interno o secondo il diritto internazionale. Non potrà del pari essere inflitta alcuna pena superiore a quella applicabile al momento in cui il reato sia stato commesso.

ARTICOLO 12
Nessun individuo potrà essere sottoposto a interferenze arbitrarie nella sua vita privata, nella sua famiglia, nella sua casa, nella sua corrispondenza, né a lesione del suo onore e della sua reputazione. Ogni individuo ha diritto a essere tutelato dalla legge contro tali interferenze o lesioni.

ARTICOLO 13
Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato.
Ogni individuo ha diritto a lasciare qualsiasi paese, incluso il proprio, e di ritornare al proprio paese.

ARTICOLO 14
Ogni individuo ha il diritto di cercare e di godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni.
Questo diritto non potrà essere invocato qualora l’individuo sia realmente ricercato per reati non politici o per azioni contrarie ai fini e ai principi delle Nazioni unite.

ARTICOLO 15
Ogni individuo ha diritto a una cittadinanza.
Nessun individuo potrà essere arbitrariamente privato della sua cittadinanza, né del diritto di mutare cittadinanza.

ARTICOLO 16
Uomini e donne in età adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o di religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all’atto del suo scioglimento.
Il matrimonio potrà essere concluso soltanto con il libero e pieno consenso dei futuri coniugi.
La famiglia è il nucleo naturale e fondamentale della società e ha il diritto a essere protetta dalla società e dallo Stato.

ARTICOLO 17
Ogni individuo ha il diritto di avere una proprietà sua personale o in comune con altri.
Nessun individuo potrà essere arbitrariamente privato della sua proprietà.

ARTICOLO 18
Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare di religione o di credo, e la libertà di manifestare, isolatamente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell’insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell’osservanza dei riti.

ARTICOLO 19
Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.

ARTICOLO 20
Ogni individuo ha diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica.
Nessuno può essere costretto a far parte di un’associazione.

ARTICOLO 21
Ogni individuo ha diritto di partecipare al governo del proprio paese, sia direttamente, sia attraverso rappresentanti liberamente scelti.
Ogni individuo ha diritto di accedere in condizioni di eguaglianza ai pubblici impieghi del proprio paese.
La volontà popolare è il fondamento dell’autorità del governo; tale volontà deve essere espressa attraverso periodiche e veritiere elezioni, effettuate a suffragio universale ed eguale, e a voto segreto, o secondo una procedura equivalente di libera votazione.

ARTICOLO 22
Ogni individuo, in quanto membro della società, ha diritto alla sicurezza sociale, nonché alla realizzazione attraverso lo sforzo nazionale e la cooperazione internazionale e in rapporto con l’organizzazione e le risorse di ogni Stato, dei diritti economici, sociali e culturali indispensabili alla sua dignità e al libero sviluppo della sua personalità.
ARTICOLO 23
Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro e alla protezione contro la disoccupazione.
Ogni individuo, senza discriminazione, ha diritto a eguale retribuzione per eguale lavoro.
Ogni individuo che lavora ha diritto a una remunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia una esistenza conforme alla dignità umana e integrata, se necessario, da altri mezzi di protezione sociale.
Ogni individuo ha diritto di fondare dei sindacati e di aderirvi per la difesa dei propri interessi.

ARTICOLO 24
Ogni individuo ha diritto al riposo e allo svago, comprendendo in ciò una ragionevole limitazione delle ore di lavoro e ferie periodiche retribuite.

ARTICOLO 25
Ogni individuo ha diritto a un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all’alimentazione, al vestiario, all’abitazione, alle cure mediche e ai servizi sociali necessari; e ha diritto alla sicurezza in caso di disoccupazione, malattia, invalidità, vedovanza, vecchiaia o in ogni altro caso di perdita di mezzi di sussistenza per circostanze indipendenti dalla sua volontà.
La maternità e l’infanzia hanno diritto a speciali cure e assistenza. Tutti i bambini nati nel Matrimonio o fuori di esso, devono godere della stessa protezione sociale.

ARTICOLO 26
Ogni individuo ha diritto all’istruzione. L’istruzione deve essere gratuita almeno per quanto riguarda le classi elementari e fondamentali. L’istruzione elementare deve essere obbligatoria. L’istruzione tecnica e professionale deve essere messa alla portata di tutti e l’istruzione superiore deve essere egualmente accessibile a tutti sulla base del merito.
L’istruzione deve essere indirizzata al pieno sviluppo della personalità umana e al rafforzamento del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza, l’amicizia fra tutte le Nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire l’opera delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace.
I genitori hanno diritto di priorità nella scelta del genere di istruzione da impartire ai loro figli.

ARTICOLO 27
Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale dell’umanità, a godere della arti e a partecipare al progresso scientifico e ai suoi benefici.
Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.

ARTICOLO 28
Ogni individuo ha diritto a un ordine sociale e internazionale nel quale i diritti e le libertà enunciati in questa Dichiarazione possano essere pienamente realizzati.

ARTICOLO 29
Ogni individuo ha dei doveri verso la comunità, nella quale soltanto è possibile il libero e pieno sviluppo della sua personalità.
Nell’esercizio dei suoi diritti e delle sue libertà, ognuno deve essere sottoposto soltanto a quelle limitazioni che sono stabilite dalla legge per assicurarsi il riconoscimento e il rispetto dei diritti e delle libertà degli altri e per soddisfare le giuste esigenze della morale, dell’ordine pubblico e del benessere generale in una società democratica.
Questi diritti e queste libertà non possono in nessun caso essere esercitati in contrasto con i fini e i principi delle Nazioni unite.

ARTICOLO 30
Nulla nella presente Dichiarazione può essere interpretato nel senso di implicare un diritto di un qualsiasi Stato, gruppo o persona di esercitare un’attività o di compiere un atto mirante alla distruzione di alcuno dei diritti e delle libertà in essa enunciati.

….quando riusciremo a farla rispettare e rendere cosi’ giustizia agli uomini e alle donne che hanno dato la loro vita per far si che prendesse vita questo documento,non rendendo vana la nostra cosiddetta umanita’ che sta diventando sempre piu’ latente ed inutilizzata a discapito dell’indifferenza e dell’avidita’?Sono passati sessant’anni ma e’ come se fosse ieri.E poco e’ cambiato.

Se lascio che sia

7 Ottobre 2010 | | 10 Commenti

I caldi colori si rincorrono nel blu intenso del cielo, stracci di nuvole candide e iridescenti si sfilano, intrecciandosi e io mi perdo a guardare, a sentire, mentre cerco di cogliere la bellezza infinita. Ti sento vicino ed è perfetto. La mia anima è quieta e riposa serena, viva e danzante nel fervore delle emozioni che mi fanno sussultare, ma libera e leggera come aria fresca. Ancora un po’, ancora un secondo e poi tutto si ferma. Le stelle corrono senza sosta nel loro giro perenne, la vita si srotola come un nastro ansioso di impregnarsi di lei, dove tutto è dolce, dove tutto serve, dove nulla avviene per caso. E io tutto comprendo. Che strana percezione ci attanaglia il cuore! Voglia di andare e di restare, voglia di perdersi e di trovarsi ancora, voglia di scoprire e di dare per scontato e lasciare che accada di nuovo e un’altra volta e per sempre. Vita, morte, vita… un ciclo infinito, sublime rinnova e lascia morire per rinascere ancora, ammaliandoci e scuotendoci. E’ un terrore, ma dolce dove poi ci si lascia andare, sapendo che è giusto così, che va bene, che non sarà la fine, nonostante tutto. Senti… lo senti, se stai in silenzio un altro po’, puoi cogliere l’abisso che si dipana tra le nostre essenze, puoi avere la percezione di uno spazio infinito dove, eppure, possiamo toccarci e ritrovare uno strano, impossibile, incomprensibile senso di unicità e unione.

…sembrano giocare le parole che sussurri dentro di me e che trovano nuovi spazi di vita propria, sinfonie di lontane litanie agganciate a nitidi ricordi di solitudine adolescenziale.

Cosa può essere questa magia di sensazioni che ci porta su in alto dove null’altro che la memoria incancellabile crea giochi di luce, con quei cristalli grezzi di pura energia a fare da contraltare a quella musica suadente ed ammaliante che ci avvolge protettiva nelle spire di tentacoli subliminali, preludio a dolci carezze che il vento spargerà tra messi dorate di voglie nascoste?

Sembra sciocco quello che dico e senza senso, ma pensa! Abbandona il fardello della ragione e abbandonati alla nostra vibrazione, a quella persistente realtà che nulla può annientare e che invita a scoprire per scoprire, ad amare per amare, a capire per vivere qui e ora. Ci sono solitudini che non hanno ragione di essere, ci sono luoghi dell’anima dove l’anima si perde, ci sono fiotti di luce che abbagliano, riducendo la capacità di sentire e vedere e comprendere. Ma se tu mi senti, se tu mi ascolti, se tu lasci che ti porti per mano, potrai contare su nuove emozioni, potrai sapere che non mento, che non insceno una bizzarra canzone tanto per fare. Se tu mi credi, saprai che ciò che bisbiglio all’orecchio penetra come una saetta a trafiggere il cuore di un dolce dolore che aiuta ad aprire un varco, permette all’aria di invadere quegli spazi silenziosi e ciechi e soffocanti dove si muore ancor prima di morire.

Mi guardi senza parlare, scrutando nello sguardo la mia insolita tranquilla consapevolezza che non finisce tutto qui, che non sarà così effimera questa emozione che mi pervade riempiendomi di insolita felicità, che troverà in quelle scie lasciate tra le nubi un sentiero privo di ostacoli per arrivare dritto al cuore dove ritroverà l’ideale collocazione di uniche gemme, lasciate brillare per accecare occhi increduli all’estasi di queste parole costruite su immaginari castelli di cartapesta dove nulla è come sembra, ma dove tutto parla di noi, colorando fiori privi oramai di linfa vitale e rigenerando disegni sbiaditi dal tempo.

Laggiù all’orizzonte e là, nelle profondità del cielo, tra noi e qui, in questo briciolo di terra, la stessa anima scorre, la stessa consistenza perdura, lo stesso amore pervade di sé e ci aiuta e ci sostiene e ci soffia nel vento come foglie gialle e arancioni e rosse, vorticanti nell’aria autunnale che questo giorno mi ispira.  Stringimi, mentre ci culla nelle sue calde braccia, e ci trasporta il suo sospiro impalpabile. Stringimi e io ti sento…

Pagine ingiallite si aprono rivelando segreti tenuti gelosamente nascosti lasciandoci abbacinati e confusi, esausti ma grati di essere ancora noi, complicati e delusi, speranzosi ed illusi, permeati da quella strana complicità che lascia spazio alla fantasia che ci accompagna in un viaggio senza meta dove la ricompensa sarà ritrovarsi  e riscoprirsi gli stessi, fragili anime zingare e sole, da sempre alla ricerca di qualcosa che è già nostro ed è dentro di noi. Ora e per sempre…

 foto_autunno_358

Una farfalla tra le mani

7 Settembre 2010 | | 9 Commenti

Ti e’ mai capitato di stenderti su di un prato in estate quando i grilli si fanno sentire piu’ forte e l’afa sembra soffocarti anche l’anima, lasciandoti accarezzare dai fili d’erba freschi ed avvolgenti?Ti sembra di ritornare a quando bambino ti rotolavi spensierato giu’ da quel pendio e credevi di avere il mondo in mano e di essere invincibile,nulla e nessuno ti avrebbe impedito di raggiungere i tuoi sogni.Credevi bastasse volere qualcosa per ottenerla,avevi la giovinezza e la forza dalla tua parte.Ma non sapevi ancora che molti di quei sogni sarebbero rimasti su quel prato in attesa che qualcun altro li facesse suoi, aggiungendone di nuovi.Quanti volti hai incontrato e mai piu’ rivisto, quante parole hai detto,bugie e verita’ si confondevano ormai, arrossendo spesso e dell’ingenuita’ ne avevi fatto una bandiera da sfoggiare quando le domande erano impertinenti o ti cacciavi in situazioni imbarazzanti,ma sempre con quel sorriso che ti faceva perdonare tutto.E non mancava mai una preghiera alla domenica prima di entrare in quel confessionale dove ti inventavi peccati che erano sempre gli stessi,con la fretta di chi deve andare a tirare quattro calci ad un pallone.E cominciavi a capire che non sarebbe stato cosi’ facile quando ti ritrovavi a piangere in silenzio pensando che nessuno ti capiva e che un giorno avresti dimostrato cosa sapevi fare,eroe di un fumetto oramai sgualcito,rifugio da quel mondo di “grandi ” che ti diceva di abbandonare quei sogni e di crescere in fretta,che saresti stato meglio se fossi stato come tutti gli altri.Le prime cotte che mai si sarebbero realizzate,illusioni d’amore acerbo ancora di la da venire, con le prime poesie ad una musa che mai avrebbe saputo di te e di quelle parole perse per sempre ma che avresi ripetuto altre mille volte a chi non sapeva che non erano per lei.Non sapevi che tutto questo sarebbe finito presto.Ed il tempo ti scivolava tra le mani portandosi via l’innocenza e quella timidezza che faceva si che ti avvicinasse sempre piu’ a quell’uomo che doveva occupare quel posto che era gia’ il suo,che ti era gia’ stato riservato,dove non c’era spazio per romanticismo e buoni sentimenti,dove chi si dimostrava debole doveva soccombere, lasciando crescere indifferenza e cinismo.Ma dentro non cambiamo mai completamente e cosi’, in certi momenti ,ritorniamo ad essere quel ragazzino steso sul prato che nonostante abbia lasciato tanti suoi sogni ancora la’ non si da per vinto e, mentre una farfalla si posa sulla tua mano dolcemente,accarezzandoti i pensieri con i suoi colori sgargianti ,con te che la vorresti chiudere per tenerla sempre con te,capisci che non e’ giusto e che le cose belle devono essere viste e godute da tutti e che rinchiudendola le daresti la morte.Cosi’ la lasci dolcemente andare affinche’ possa volare libera,leggiadra e affascinante nel suo essere inafferrabile,dove nessuno possa impedirle di mostrare la sua bellezza sapendo che non sarebbe mai stata tua,restando steso su quel prato con un filo d’erba in bocca, ripensando a tutti quei desideri rimasti incompiuti a cui adesso devi aggiungerne un’altro,il piu’ importante:fa che tutto cio che hai fatto sia servito a rendere felice qualcuno e che rimorsi e rimpianti non ti diano amarezza e frustrazione perche’ altrimenti tutto sarebbe stato inutile,e penseresti di aver gettato la tua vita,ma cosi’ non e’.E c’e’ ancora tempo per dimostrarlo,non tutto e’ perduto.Ma soprattutto tu sei ancora tu,e’ questo che conta…

49180-bigthumbnail

Fragile

19 Agosto 2010 | | 11 Commenti

Si dice che ogni cosa possa essere distrutta dal tempo,che anche il piu’ antico tempio non possa resistere alla furia della natura e degli eventi perdendo giorno dopo giorno il suo splendore,sgretolandosi pian piano fino a diventare rudere in ricordo che fu.Si dice che anche le opere piu’ belle create da geni dell’arte andarono distrutte perche’ non si seppe proteggerle dall’inesorabile scandire del tempo,perdendo testimonianze irripetibili della nostra civilta’piu’ antica.La fragilita’ fa parte del nostro essere, le cose piu’ belle sono anche quelle piu’ facili da distruggere o da sfregiare,diventando cosi’ preziose e uniche,da difendere e da proteggere per non rischiare che insieme alle opere vada perso anche il ricordo di esse e di cio che rappresentava per noi. Cosi’ e’ anche per i ricordi,”opere uniche”della nostra vita alle quali abbiamo dato un significato importante solo per noi ma che cerchiamo di difendere dalle intemperie e dalle tempeste della vita che cerca in tutti i modi di farcele dimenticare o cancellare,sostituendo quello che era con qualcosa che sembra essere migliore e piu’ soddisfacente.Ma non e’ cosi’.Quello che abbiamo strenuamente difeso fino adesso con tanta tenacia e pervicacia e’ tale perche’ per noi e’ importante e fa parte inesorabilmente della nostra esistenza senza le quali non saremmo quello che siamo diventati,sbagliando spesso,pentendoci mai,crescendo dagli errori commessi,che non sono mai errori se fatti nel momento giusto per la persona giusta. Come un cuneo appuntito si sono conficcate nel cuore ed hanno creato il loro spazio ideale dove potersi palesare quando fosse stato necessario,facendoci scegliere la strada giusta,senza tentennamenti o titubanza,capaci di farci superare ogni difficolta’.Quindi ,ricorda bene:difendi con tutte le tue forze queste “opere d’arte” che porti dentro te perche’ sono l’unica tua certezza nel futuro che verra’,proteggi la loro fragilita’ da chi vuole distruggerle per toglierti anche l’ultima speranza e non avrai mai dubbi sul sentiero da percorrere ,e tutto ti apparira’ piu’ chiaro e vero,perche’ quello che cerchiamo e’ gia dentro di noi.E c’e’ sempre stato…1462612389

Il profumo e il sapore

23 Luglio 2010 | | 5 Commenti

Quando pensi che tutto cio’ per cui hai lottato e dato l’anima sia perduto e non ci sia modo di ritrovarlo mettendo in dubbio le tue certezze e le tue convinzioni lasciando solo un vuoto profondo difficile da riempire dove prolifera la delusione e la rabbia,quando credi che anni di sofferenza vissuti attimo per attimo senza un futuro di la da venire potessero cementare quel sentimento indissolubile che ti unisce per sempre e che fa del dolore il collante per sopportare anche le peggiori tempeste,quando ti rassegni a non poter avere quello cui ognuno aspira pensando che non sia poi cosi’ difficile volendolo fortemente e combattendo ogni giorno per ottenerlo senza capire che le conquiste si fanno insieme mentre per distruggere basta solo uno, quando guardando quegli occhi tristi piegati dalla rassegnazione e dai tanti soprusi rivedi te stesso ma non riesci a trovarne dentro la felicita’,quando anche l’ultimo dei pensieri ti ricordera’ quello che sei e quello che hai sopportato per arrivare sin qui’ allora,solo allora,potrai chiederti se veramente ne valeva la pena.E la tua risposta sara’ sempre si.Si perche’ quello che e’ la tua vita e’ unica ed irripetibile ed in ogni momento ti avra’ dato qualcosa su cui pensare e persone a cui dare tutto di te sacrificando in nome di un sentimento tanto forte qualsiasi velleita’ o priorita’,facendo di te una fortezza cui rifugiarsi nelle giornate di tristezza,vascello nella tempesta delle emozioni che a fatica mantiene inalterata la sua rotta,sicuro di tornare a riva con il suo prezioso carico,senza mai un’incertezza o una debolezza,capace di virtuosismi inacessibili ai piu’,dove quello che sempra impossibile diventa’ realta’,una realta’ a volte dura da accettare ma sempre in grado di superare ostacoli insormontabili.Ogni cosa puo’ avere un profumo e credo che anche le emozioni lo abbiano e che questa essenza rimanga dentro di noi ricordandoci quello che siamo e che eravamo,rendendo particolare un’emozione che solo quell’essenza ci puo’ regalare e che racchiude dentro se tutti i ricordi piu’ belli e meno belli,dando al tempo stesso un nuovo significato ai sapori legati a tali eventi perche’ anche il gusto ne e’ complice conservando quell’unicita’ nel palato legato indissolubilmente a quel momento,momento che si ripetera’ nella memoria delle immagini fermate nell’archivio della coscienza dove non esiste l’inganno e l’avidita’,la bugia e la superficialita’,ma dove liberi si incontrano attimi che hanno creato una vita fatta di tutto e di niente,dove restera’ comunque quell’affresco dipinto a piu’ mani che un giorno trovera’ spigazione a se stesso mostrando agli occhi quello che il cuore nasconde per non dover morire ancora una volta,splendida rosa del deserto 7106435sommersa dalla sabbia dei tempi in attesa di essere nuovamente riportata alla luce piu’ bella che mai…

 

Dalla mente al cuore

28 Giugno 2010 | | 6 Commenti

Sussurra il vento dove prima c’erano parole riempiendo spazi come vuoti a perdere

assurde appendici ad una solitudine d’affetti mutata in effimera attesa

scalda il sole la pelle d’ambra lievemente intrisa di sudore che fatica aliena

strusciando pensieri sconci dal sapore salmastro difficili da scacciare

illumina la luna con il suo viso piu’ lucente lati oscuri di una mente distante

avvinghiata a cristalli di occhi fuggitivi al richiamo di questa notte ‘si calda

stelle mai tanto desiderate si lasciano osservare sfavillanti e lascive

preludio al piu’ arcaico dei voleri mai nascosto dentro quelle mani consumate.

Anche madre terra trema davanti a co’ tanto stridere di lamenti di piacere

accompagnando i rumori con l’infrangersi del mare sugli scogli

ritmato dal canto di sirene dalla voce levata all’unisono bemolle

lasciato affondare nel cuore delle profondita’ piu’ recondite

la dove nessuno puo’ criticare quello che non capisce perche’ vedere non sa

impigliato a un nuovo pensiero di vita come ad un infante il primo vagito

tesoro nascosto agli sguardi indiscreti di voci incontrollate

protetto dalle tempeste della mente come nave in balia del destino.

E come capitano faro’ si che raggiunga la spiaggia della volonta’

diventando di me faro nella notte e richiamo di una foresta meno oscura

scrivendo su quella terra oramai piu’ volte cancellata

parole dall’inebriante sapore della consapevolezza di essere

conscio di avere davanti orizzonti d’assaporare con volutta’

infinito ripetersi di visioni sempre diverse di ubriacanti danze tribali

vera origine dalla mente al cuore di sogni reali e finte illusioni

lubrificante giornaliero di un’anima in costante trasformazione

vicino alla fine della ricerca tanto agognata

pronta a riposarne le membra tra le sue braccia accoglienti e rassicuranti

fino a quando non ci cogliera’ nel sonno ma ormai senza piu’ paura

perche’ adesso sappiamo d’essere un tutt’uno.Dalla mente al cuore.

E di essere niente come sempre e’ stato…

 

 18_06_110-95_234_219_191-1276880860

Vivere da morire

25 Maggio 2010 | | 8 Commenti

Ogni giorno dobbiamo subire condizionamenti sia sul lavoro che nei rapporti interpersonali,combattendo spesso per un piccolo spazio che ci e’ stato indebitamente tolto,pensando che prima o poi verra’ riconosciuto cio che siamo e che mettiamo completamente in quello che facciamo.Ma il tempo corre e restiamo indietro.Dobbiamo prenderci quello che meritiamo senza aspettare che la provvidenza si ricordi di noi:non succedera’ e resteremo a rimpiangere su quello che avremmo dovuto fare ma per inerzia o pigrizia abbiamo trascurato.I compromessi ci hanno ucciso dentro facendoci diventare come gli altri,pecore allineate verso il recinto,pronte ad assorbire la lezione giornaliera:vola basso e farai strada,adattati e nessuno ti ostacolera’ nell’ascesa.Ma mentre piano piano saliamo socialmente,scendiamo velocemente nell’amor proprio e nell’autostima,ridotta ormai a sporadici apparizioni senza piu’ motivazioni se non cercare di uniformarci alla consuetudine.Non siamo cosi’ piccoli ed insignificanti,siamo molto di piu’ e pieni di iniziativa e,perche’ no,di utopie da far diventare reralta’ perche’ quello che pensiamo puo’ succedere se solo lo vogliamo fortemente e non seguiamo la riga gialla pronta ad indicarci la strada.Voglio”vivere da morire” ogni secondo che mi resta sapendo che non tornera’ e che lo potro’ imprimere nel tempo indelebilmente,superando le difficolta’ che ci impediscono di essere noi stessi,troppo presi a capire perche’ ci fanno fare sempre le stesse cose illogiche e caricandoci di pensieri negativi per imbrigliarci la fantasia.Apriamo quella gabbia dorata dove ci hanno illuso di farci vivere mentre sappiamo che stiamo lentamente morendo senza aver mai potuto dire la nostra,rompiamo quelle sbarre nella mente che si stanno strangolando le nostre emozioni facendole diventare cliche’ ripetitivi e privi di senso.Non sprechiamo parole per chi non le merita e rialziamoci da quel torpore giornaliero che anestetizza la mente e il cuore,tornando a batterci per cio in cui crediamo e che ancora vogliamo che sia cercando di sconfiggere quella paura della felicita’ che ci impedisce di vivere pienamente ogni attimo che ci e’ stato regalato,si, regalato.Dobbiamo aver voglia di “vivere da morire” per poter riuscire a capire che non avremo un’altra occasione per essere noi stessi,al contrario di quello che ci hanno fatto credere fino ad ora riempiendoci di oggetti che riempiono la casa ma svuotano la voglia di riuscire dove altri hanno tracciato il sentiero.Ed il premio e’ ritrovarci per cio che siamo veramente,senza inganni o illusioni,liberi dalla schiavitu’ dell’oppio dei popoli,coscienti di non essere magari il meglio che ci si puo’ aspettare,ma sicuri di avere finalmente spianato quel terreno pronto ad essere coltivato in attesa di frutti succosi e copiosi,aiutati dalle persone che realmente ci vogliono bene e che credono in noi,pronti a ripagarle con riconoscenza ed amore,quello vero e sincero,elisir di lunga vita.Per il tempo che ci resta,che non e’ poco,voglio “vivere da morire”…

sentiero-al-mare

macchina-fotograficaAspetta.Non girarti.Non ancora.Resta così,quasi eterea ed inafferrabile,avvolta nei pensieri piu’ profondi e nascosti dell’animo.L’espressione che ti attraversa il viso e’ come un fiume di parole alle quali non serve spiegazione e che delinea nuove emozioni sconosciute prima ma conosciute da sempre dentro me.La luce ti illumina in maniera sbarazzina,evidenziando per alcuni secondi quella malinconia che ti accompagna,caricando il cuore di fardelli che a fatica riesci ancora a nascondere,privandoti della semplice verita’ che ti darebbe liberta’ e leggerezza di vivere.Ma non e’ così semplice la vita,vero?Quante cose possono rivelarsi dentro una semplice fotografia.Si crede sempre che sia scontata e che si possa sfuggire alle emozioni che in quel momento si provano,fingendo serenita’ e posando in maniera quasi leggiadra,come consumate attrici da film muto.Ma basta poco per l’occhio del cuore per capire e non e’ facile ingannarlo perche’ ti conosce bene.Quante volte ti ha osservato bene,nei minimi particolari,scovando sfumature impercettibili a chiunque e fermando attimi di gioia effimera momentanea ed insoddisfacente,subito sostituita dalla cruda realta’ difficile da sopportare e per questo facile preda agli inganni?Perche’ si deve solo fermare l’attimo felice e di gioia quando passiamo quasi tutta la nostra vita nei problemi e nelle difficolta’,in relazioni che non ci appagano o facendo lavori che non ci gratificano?Quanto c’e’ di vero in quei visi sempre sorridenti che ritroviamo in album tutti uguali,facendoci credere che l’oblio non sia mai esistito e convincendoci che la felicita’ li abbia sempre accompagnati?Ma devo fare in fretta,il sole si sta coricando e la luce mi abbandona addombrando anche le mie ultime

speranze.E mentre tu mi chiedi sorridendo di fermare quel tramonto irripetibile,so che questa foto entrera’ in quell’album insieme a tante altre ma con un significato diverso,lasciando di quel momento una sensazione di serena consapevolezza che nulla e’ per sempre ma che,se vogliamo,possiamo renderlo infinito,e che di noi restera’ comunque un sorriso.Comunque vada.

Cambiamenti

21 Marzo 2010 | | 6 Commenti

ricordiA volte mi fermo e ripenso a quello che e’ stato,sapendo che non sara’ piu’ cosi’.So che quelle emozioni non torneranno e che quello che ho vissuto sara’ unico e irripetibile e che cio che ho provato sara’ per sempre legato a quei momenti,vissuto in quell’istante solamente,obbligato a portarmi dietro il ricordo di  un’attimo rivivendolo all’infinito.So che ogni momento che passa non tornera’ e che devo dare importanza a tutto cio che faccio perche’ un giorno potrei rimpiangere la semplicita’,la naturalezza,la genuinita’ di gesti legati indelebilmente a quello scampolo di vita che mi ha fatto provare sensazioni mie e solo mie,sensazioni che il tempo sbiadisce relegandole a semplici episodi di un vissuto personale ma comune,comune a tutti noi che di queste viviamo.Giorno per giorno cambiamo senza nemmeno accorgercene,riscrivendo fatti e persone che in un primo momento ci erano apparsi completamente diversi e chiari,ma che ad ogni nostra analisi si trasformano in qualcosa che non e’ quello che credevamo e di cui eravamo convinti poterci portare memorizzati nella mente per sempre.Ripensiamo ai momenti belli come a qualcosa che rimane tale e che non puo’ essere scalfito nemmeno dal peggiore degli eventi,sicuri che se dovessimo aver bisogno di un aiuto potremmo rifugiarci in quello stato mentale cosi’ protettivo e avvolgente,lenendo le nostre ferite piu’ profonde e curandoci dalla negativita’ e dalla disgrazia momentanea.Non bisogna pero’ abituarsi a questa condizione perche’ puo’ precluderci la possibilita’ di trovare nel presente quella felicita’ che ciecamente e stoltamente neghiamo di vedere nei gesti e nelle persone che quotidianamente incontriamo e con le quali ci confrontiamo costantemente,evitando puntualmente di dare anche a loro modo di dimostrarci affetto o anche di piu’, credendo testardamente di non meritarci di piu’ avendo gia’ provato quel sentimento cosi’ forte e pieno,nel quale appunto ci rifugiamo quasi vigliaccamente,chiudendo gli occhi e il cuore a tutto ed a tutti.Siamo destinati a dimenticare il passato piu’ bello che lentamente lascia spazio a nuovi eventi,magari non cosi’ importanti e gratificanti ma che servono a farci capire che la vita va avanti e che ogni attimo perso ad escludere se stessi dal mondo non ci aiuta ad elaborare al meglio quello che ci sta succedendo,ripensandoci nuovamente e pronti ad accogliere emozioni che pensavamo sopite ed annullate,capaci di provare ancora quell’amore che credevamo esclusivo e unico ma che rinasce piu’ forte ed intenso che mai e che ci dice che siamo ancora vivi e che possiamo dare ancora tanto…

OCCHIOXOCCHIO

12 Febbraio 2010 |  Tagged , | 4 Commenti

Sei il piu’ forte,nessuno puo’ batterti.La tua legge e’ la Legge e non ci sono dubbi,chi osa contraddirti?Sei cresciuto nei soprusi e nell’indifferenza credendo che tutto quello che vuoi te lo devi prendere con la forza,nessuno regala niente,no?Hai imparato da subito che il rispetto costa caro e a volte uccide anche i sentimenti,lasciando sul selciato macchie indelebili ed incancellabili.Ma cosa importa,l’importante e ‘ che tutti sappiano che con te non si scherza,sei un uomo d’onore e questo non lo si puo’ negare.Cosa conta piu’ dell’onore,del rispetto,dei soldi e del potere di vita o di morte su chi non riesce piu’ a parlare marmorizzato dalla paura,incapace di pensare se non a salvarsi in un mondo che hai fatto diventare troppo piccolo per chi non la pensa come te?Quante tacche su quella pistola troppo pesante per un ragazzo cosi’ fragile
da sentirsi importante solo con quella nella mano,cieco e vigliacco da temere piu’ le parole che la violenza,privo di quegli insegnamenti che potevano farti crescere nella tolleranza e nella speranza di un domani migliore.Ora sei un membro del clan e il solo pronunciare il tuo nome fara’ tremare cuori deboli succubi di una spirale che si ciba del silenzio e della collusione,alimentando schiere di nonvivi pronti a tutto pur di gratificarti,schiavi di secoli di soprusi ingiustificati esportati nel mondo come un cancro difficile da estirpare.Ma stai attento perche’ questo puo’ cambiare da un giorno all’altro,perche’ chi dice basta e’ chi vive vicino a te e non vuole piu’ sprecare la vita per uno sguardo troppo intenso,per un saluto mancato,per uno"sgarro" imperdonabile.E quando di te si perderanno le tracce e finirai dimenticato in fondo ad un burrone colpevole di non aver rispettato quelle regole che tu stesso hai usato per giustificare la tua spietatezza,nessuno portera’ fiori alla tua tomba e nel ricordo ti perderai come una pozzanghera lavata dalla pioggia.Perche’ bisogna dire basta alla mafia,alla camorra e alla ‘ndrangheta e rialzare la testa finche’ siamo ancora capaci di ribellarci,perche’ solo cosi’ ci riprenderemo in mano la nostra vita annientando quei vigliacchi che si fanno forti della nostra debolezza,rubandoci i sogni,umiliando i nostri pensieri.La loro forza e’ la nostra debolezza ma noi siamo in tanti e possiamo cambiare tutto questo.Adesso.Subito

Leggi il seguito

Non era questo che volevo per te.No,non lo meriti.Quando ti vidi per la prima volta mi lasciasti senza fiato:cos’altro ci puo’ essere di talmente bello al mondo oltre a te,mi sono chiesto.Non volevo altro e mi sarebbe bastato uno sguardo per darmi motivo di credermi l’essere piu’ fortunato della terra.Era come se il cielo si fosse all’improvviso aperto al sole,lasciandosi trafiggere da raggi caldi ed avvolgenti,spazzando via in un’attimo le nubi piu’ nere.Non potevo immaginare che avresti dovuto superare prove ardue che ti avrebbero avvicinato sempre piu’ ad una dimensione appesa tra disperazione e speranza,facendo del tempo una risorsa da centellinare nella clessidra dell’esistenza,cosi’ labile,cosi’ incerta,cosi’ unica.
Elargivi gioia e felicita’e del sorriso facevi la tua arma irresistibile,quasi incosciente di essere stata destinata crudelmente ad una ricerca estenuante di quella serenita’ mai trovata,negatati da chi invidiava la tua capacita’ straordinaria di veder oltre il male,di riuscire a portare alla luce il meglio di ognuno,ignaro nella sua infelicita’.
Nelle tue mani il calore trasmetteva la tua voglia di vivere e di essere parte di questo
mosaico fatto di migliaia di tessere,difficili da incastrare nel posto giusto.Le parole che ripetevi all’infinito creavano una musica di suoni e di colori imbrattando la tela della conoscenza,impregnando l’aria di rumori nuovi e gradevoli,parole che non ti aiuteranno ad arrivare al cuore di distratti interlocutori.Non ti restava che lo sguardo, con quegli occhi grandi e sorridenti,per cercare di farti capire che sarebbe stato per te un percorso sofferto e silenzioso,privo di quelle gratificazioni che nutrono l’anima ed il cuore.Hai sempre combattuto,fino a che hai potuto,dimenandoti dalle ingiustizie e dalla noncuranza,reclamando un tuo ruolo ben preciso in mezzo a queste persone cosi’ distratte e superficiali,Adesso in quegli occhi non vedo piu’ quella voglia di combattere,sembra quasi che la rassegnazione abbia preso il sopravvento spegnendo pian piano quella luce che faceva di te un faro da seguire nelle notti piu’ buie,indicando la via piu’ sicura alle anime sperse dentro l’oblio della vita.No,non era questo che volevo per te e non avrai rimpianti da dover giustificare fallimenti e sconfitte.Non resterai nascosta dietro a quella paura che ti impedisce di muoverti e di pensare,dissolvendo sogni e proponimenti per esserti lasciata avvinghiare dalla quotidianita’ delle abitudini,rifugio sicuro al dolore ed alle delusioni.No,meriti di piu’ e non lascero’ che questo succeda.Io ci sono sempre vicino a te e anche se non mi vedi sappi che ti accompagnero’ ovunque vorrai andare,silenzioso e discreto,sorreggendoti se cadrai,perche’ da quando sei arrivata da me la mia vita non vale la tua,e la tua vita e’ anche la mia…

Leggi il seguito

Dove sei?

17 Dicembre 2009 |  Tagged , | 16 Commenti

Anche quest’anno e’ arrivato, non poteva essere altrimenti.Sono due millenni che festeggiamo la Tua nascita e ripetiamo quasi automaticamente rituali arcaici in ricordo di chi si presento’ a noi al freddo di una grotta riscaldata solo dal calore di chi Ti amava e vedeva in te la nuova speranza di un mondo oramai avvolto dalle tenebre dell’avidita’ e del potere.Quanto tempo e’ passato da allora e quante cose sono cambiate,quanto noi siamo cambiati dentro.Viviamo un’era dove la tecnologia e’ la vera religione che muove le masse,sempre informate sulle ultime "magie" degli stregoni dei byte,dove chi ha esiste e chi non ha soccombe alla frustrazione,dove vincere e dominare e’ la parola d’ordine.Non si fanno prigionieri in questa guerra totale dove ogni Dio dice la sua, quasi esistesse una presenza divina "superiore" alle altre e che piu’ numerosa e’ la sua voce e’ piu’ e’ degna di essere considerata inoppugnabile,dove si uccide per far rispettare i cosiddetti dettami religiosi quasi questo Dio fosse un carnefice privo di qualsiasi pieta’ e pronto ad eliminare chi non segue alla lettera cio’ che falsi profeti inculcano nella mente fragile di uomini senza ideali,manipolati e circuiti privi di volonta’ propria.Vogliamo la giustizia ma poi siamo pronti a chiudere gli occhi se viene toccato chi ci e’ caro,giustificando efferatezze inaudite,distorcendo la verita’ per farne un’arma contro noi stessi,ormai incapaci di distinguere il bene dal male.Siamo riusciti a distruggere ogni essere vivente diverso da noi incatenando e rendendo inoffensivi coloro che potevano essere un pericolo per la nostra supremazia,rendendo il mondo un’immensa discarica di rifiuti e di scorie senza capire che prima o poi le ritroveremo sotto di noi,incapaci di curare chi ne ha bisogno per poter espandere il nostro arsenale nucleare,facendo della minaccia della guerra l’unica alternativa alla pace.Cammino in mezzo alla gente e in questi giorni di festa dove le luminarie ci ricordano che dobbiamo essere piu’ buoni e magari dimostrandolo "comprando la felicita’"non riesco a vedere negli occhi delle persone quello sguardo di speranza e di altruismo disinteressato che caratterizzava l’avvicinarsi di questo evento carico di significato che dovrebbe avere per chi come noi ha fatto del Natale la festa della riconciliazione con se stessi e con gli altri.Non ti trovo piu’ negli occhi di quella zingara che insisteva per leggerti la mano raccontandoti chissa’ quali favole o di quel mendicante che allungava la mano insistente lasciandoti sempre un sorriso e qualche parola che non capivi mai.Anche quest’anno passera’ senza grandi cambiamenti in attesa che quello che ci aspetta non sia come quello che ci ha preceduto sperando pero’ che possa portarci la consapevolezza che non possiamo cercare sempre di riempire quel vuoto incolmabile che ci accompagna con effimeri giocattoli di cui ci stancheremo presto e augurandomi e augurandovi di ritrovare dentro noi stessi quella concretezza nei gesti e nelle parole che ci puo’ far capire che abbiamo bisogno gli uni degli altri e che forse solo cosi’ ritroveremo il valore di cio che e’ veramente importante quaggiu’:se hai qualcosa di bello condividilo con gli altri,sarai felice tu e chi lo ricevera’ perche’ non serve a nulla possedere qualcosa se non hai con chi condividerlo.Buon Natale anche a te.

Leggi il seguito

Il motivo

21 Novembre 2009 |  Tagged , | 19 Commenti

Si alza il vento.Fra poco piovera’ e quello che era non sara’ piu’,cambiando il cielo e la terra,lasciandoci soli coi nostri pensieri.Com’e’ bella la pioggia che ti sferza il viso cancellando tutto del passato e aprendo la strada a nuove immagini che prendono forma davanti a te rendendo vano ogni rimpianto di quello che poteva essere e non e’ stato,prigione dorata ad un futuro cosi’ lontano ma che incalza i piu’ reconditi proponimenti sciolti al sole della banalita’ delle parole che ormai non si sentono piu’.Passiamo i giorni ad imprimere nella mente quegli attimi di felicita’ inafferrabile,facendo di essa motivo di esistere senza capire che il tempo non ci aspettera’ per sempre,senza capire che ogni attimo che beviamo avidamente dalla fonte dell’esistenza non potra’ mai piu’ ripetersi e che di esso dobbiamo farne cibo per l’anima,oramai cosi’ sdrucita dalle delusioni e dal disincanto da non riconoscerla piu’,vittima sacrificale a questa legittima disillusione alla gioia.Se qualcosa ti ha ferito non voltarti e lascia che la nebbia della memoria la inghiotta,fai delle delusioni un’arma che possa combattere l’oscurita’ sferzando colpi di speranza che squarcino il velo della solitudine,incidi piu’ forte il tuo nome su quella corteccia nell’albero dei proponimenti perche’ da li potra’ partire la tua riscossa in questo mondo che niente ti da ma che si nutre di te e della tua fantasia ed inventiva,che ti ha insegnato che volere e’ potere e che con la costanza e la perseveranza alla fine qualcosa di buono restera’.Non ascoltare chi ti dira’ che ormai non c’e’ piu’ nulla da fare perche’ nulla ti e’ negato,nemmeno la volonta’ di cambiare te stesso e cosi’ le persone che non credevano piu’ in te,ritrovando dentro te quello che credevi aver perso per sempre.Sii grato alla vita perche’non ne avrai un’altra cosi’ bella e piena,e quando arrivera’il momento di scegliere tra la lealta’ e l’inganno saprai cosa devi fare,e’ dentro di noi la risposta.Abbiamo solamente paura di chiedercelo convinti che sia piu’ facile non pensarci fino a quando la vita non ci mettera’ davanti ad una scelta.Solo allora sapremo che ognuno di noi e’ qui’ per un motivo,basta solo cercarlo e lo troveremo….

Leggi il seguito

I graffi del Cuore

23 Ottobre 2009 |  Tagged , | 17 Commenti


 

Sembra impossibile.Non ci voglio credere ma e’ vero.Credevo che non potesse esistere una cosa simile,ma e’ vero.Nonostante tutte le delusioni e le frustrazioni,nonostante fosse sempre sul punto di scoppiare e di decidere di fermarsi definitivamente,quando anche l’ultimo alito di vita sembrava lasciarlo,ecco che avviene l’inaspettato:quello che per altri poteva diventare la fine di un’illusione per "lui" non era cosi’.No,aveva deciso che qualunque fosse stato il pegno da pagare avrebbe continuato ad essere il motore dell’esistenza portandosi fardelli d’indicibile

Leggi il seguito

Really Famous!

7 Ottobre 2009 |  Tagged , | 10 Commenti


 

Ehi,ragazzo!Ma che aspetti?E’ il tuo momento,potrai essere famoso e felice!Cosa aspetti?Dai,presentati al reality e anche se non sai far nulla vedrai che un posto lo troviamo anche per te e diventerai il mio "eroe"!Ti rendero’ famoso e nessuno potra’ dimenticarti perche’ la televisione fa miracoli,te lo garantisco!A scuola non vai bene e sei stanco di studiare?Viene con noi e non avrai bisogno di sapere niente perche’ penseremo noi a farti fare carriera,sappiamo come "ungere" le ruote del carrozzone,ma salta su che c’e’ posto anche per te!Passi tutto il giorno su Youtube a guardare i video di quei mattacchioni?Allora entra anche tu nel giro e diventerai famoso,basta che fai qualche cretinata e chiunque ti guardera’!Avrai il tuo nome a caratteri cubitali su tutte le riviste di gossip e ognuno potra’ sapere tutto di te,ma non sei contento?E’ quello che hai sempre sognato,in fondo!A cosa serve lavorare otto ore al giorno per quattro lire se puoi ottenere cio che vuoi senza faticare tanto? Diventerai il nostro "eroe",te lo garantisco!Hai gia’ messo il tuo profilo su "facebook"?Ricorda che e’ la moda del momento,come si puo’ farne senza?E magari ritocca un po’ quella foto che anche l’occhio vuole la sua parte!E se ti piace cazzeggiare con la musica puoi sempre usare "myspace",magari incidi un disco e fai successo e la hit parade non te la toglie nessuno!Che fortuna che hai,ragazzo!Ma non dimenticare che se vuoi avere successo devi avere un blog,magari copi un po’ di qua e un po’ di la ma chi se ne frega,l’importante e’ apparire,e magari ci scappa anche l’avventuretta,no?Dai ragazzo,datti da fare che il mondo dello spettacolo aspetta solo te,con il talento che hai chi ti puo’ fermare?Ti faro’ diventare famoso,sarai il mio "eroe",gia’,il mio "eroe"…

Leggi il seguito

Dammi un sorriso

6 Settembre 2009 |  Tagged , | 7 Commenti

Dammi un sorriso, so che puoi se solo lo vuoi
Non ti chiedo tanto anche se per me e’ tutto e ti prometto che la luna ti daro’
Non esiste per me cosa al mondo impossibile se posso avere cio di piu’ bello che tu hai
Fermero’ il tempo e le nuvole e il vento ubbidira’ alle mie mani creando splendidi arabeschi mentre il sole rischiarera’ l’aurora che attendera’ una sola tua parola per omaggiarti con i suoi raggi caldi ed avvolgenti
Stormi impazziti c’indicheranno la strada mentre girasoli altissimi ci saluteranno inchinandosi al nostro passaggio
Non esistera’ piu’ il giorno o la notte e le stagioni si uniranno in un solo giorno chiamando a raccolta i colori piu’ belli per abbellirti il viso, a volte cosi’ stanco, dove lacrime di rimpianti solcano le rughe del tempo cosi’ irrispettoso e capriccioso
Ascolteremo fiabe antiche dentro sogni di cristallo appannato dai nostri respiri
mentre anche l’ultimo desiderio si avverera’ facendoci tornare bambini con occhi pieni di speranza
ritrovando per un momento quella felicita’ che credevamo ormai perduta
Dammi un sorriso e la mia vita sara’ tua
Non respirero’ che per te cibandomi dei tuoi sguardi maliziosi e suadenti
Abbandonero’ quell’isola di solitudine dove ho inciso il tuo nome nella pietra
Ricordero’ solo quest’attimo come fosse tutta la vita soffiando via quella polvere che si era appoggiata dolcemente sui mie pensieri
Trasformando in fili d’argento quei capelli che con tenerezza cerchi di sistemare con la mano
Rammentandomi che e’ piu’ quello passato di quello da passare
E che ogni cosa bella crea un’ulteriore bellezza che non deve andare sprecata
Percio’ dammi un sorriso e che questo resti per sempre con me perche’ io possa avere
Cio che di piu’ bello possiedi
E ti assicuro che lo difendero’ e nessuno potra’ portarmelo via
Perche’ questo e’ il segreto e restera’ il nostro segreto
Noi siamo nati insieme e non c’e’ altro di piu’ importante
questo e’ il destino che non voglio cambiare
perche’ ho tutto cio che mi serve: ho il tuo sorriso…

Leggi il seguito

L’indifferenza

11 Agosto 2009 |  Tagged , | 11 Commenti

La piccola Susie era una bambina come ce ne sono tante.Aveva un padre e una madre che l’amavano e che non le facevano mancare nulla.Nella sua stanza tanti pelouche e bambole che rivelavano i suoi otto anni appena compiuti e tante amiche per giocare spensieratamente.Ogni mattina percorreva la stessa strada per andare a scuola ed immancabilmente,come ogni giorno,salutava i suoi genitori con un bacio sulla guancia con la promessa di essere brava a scuola.Ma quello fu l’ultimo giorno che la videro.Si disse che un uomo l’avvicinava per darle caramelle e carezze tutti i giorni,pensavano fosse un amico o un parente e che non ci fosse nulla di male.Ma ora di lei resta solo quella stanza piena di pelouche e bambole ed il rimpianto di non esserle stati piu’ vicini,dandole la possibilita’ di vivere la sua vita ancora acerba e piena di sogni irrealizzati…Quante volte ci siamo girati dall’altra parte fingendo di non vedere ingiustizie e soprusi,lasciando che qualcun altro pagasse la nostra codardia,incapaci di ribellarci alla vigliaccheria ed all’indifferenza che ormai ricopre come un telo nero e scuro i nostri occhi abituati a non percepire quello che puo’ infastidirci,pronti a criticare tutto e tutti senza voler capire che e’ dentro il male che ci sta portando via le ultime volonta’ di essere noi stessi e di riuscire a vincere quella paura che ci blocca e ci rende inermi alle prevaricazioni di ogni genere a cui quotidianamente dobbiamo assistere.Non possiamo sempre aspettarci che sia sempre qualcun altro a dover intervenire per risolvere i problemi e per riparare i torti perche’ saremmo solo complici di un’ulteriore ingiustizia cui daremo nuova vita e forza,impedendoci di far uscire quella voglia di dire basta a questo silenzio colpevole ed immorale,rendendo di nuovo accettabile questa esistenza fatta di compromessi e bugie,che abbiamo reso arida ed infelice perche’ ci adeguiamo al comportamento degli altri,ben sapendo che non siamo come loro e che un giorno potremmo aver bisogno che qualcuno ci tenda la mano,prima che quell’aridita’ ci travolga del tutto,togliendoci quella parvenza d’umanita’ rimasta cosi’ a lungo nascosta dentro quell’angolo nascosto nella parte migliore di noi…

Leggi il seguito

C’e’ qualcosa

13 Luglio 2009 |  Tagged , | 6 Commenti

C’e’ qualcosa.C’e’ qualcosa dentro noi che sta crescendo silenzioso,invadente,irrefrenabile.E’ difficile da descrivere ma lo portiamo dentro da sempre,soffocandolo a volte in un pensiero sfuggevole che ci distrae dalle cose piu’ semplici della vita.Giorno per giorno ci pieghiamo alla volonta’ degli eventi senza possibilita’ di forzare quella serratura che ci conduce diretta al cuore,quasi incapaci di vederla nella sua pienezza e concretezza.Gioie e dolori si susseguono dentro e fuori noi lasciando cicatrici che non si rimargineranno mai,testardi nel cercare quello che forse non c’e’ ma che molti giurano di aver visto,sopravvivendo a volti e parole che ci cambiano per sempre,rendendoci schiavi di emozioni gia’ consumate.C’e’ qualcosa che ci viene a salvare quando crediamo di non farcela piu’,quando tutto sembra perduto in quel sogno cosi’ reale ma al tempo stesso cosi’ inconsistente che ci affanniamo a tenere nella mano,sapendo che la sconfitta e’ nostra amica.E’ silenziosa e non chiede nulla ma puntualmente arriva a renderci meno amaro quel calice colmo di promesse mancate e sorrisi negati,filo invisibile tra il corpo e l’anima,condotto diretto alle profondita’ della solitudine dei pensieri,intrecciati a rampicanti di frustrazioni quotidiane.Si potrebbe chiamare voglia di vivere o piu’ semplicemente istinto alla sopravvivenza ma sarebbe riduttivo negargli la responsabilita’ di cio che siamo diventati,con i nostri errori fatti e che faremo,linfa vitale per questi rami sferzati dal vento del destino,convinti di riuscire a cambiarlo a nostro piacimento,sottovalutando la nostra capacita’ di allontanarci dalla scelta migliore.Siamo in balia di cio che vediamo,delle bugie a cui crediamo,di un’illusione alla quale siamo devoti pellegrini,innalzando templi di sabbia che attendono solo la tempesta per essere ricostruiti senza fondamenta,perche’ sappiamo che prima o poi ritornera’ a salvarci e ci rendera’ piu’ forti,piccoli schiavi adoranti ad un Dio chiamato amore,creato per innalzarci sopra di tutto,usato per distruggerci nel profondo,rendendoci consapevoli che forse non e’ mai esistito ne mai esistera’,dandoci cosi’ una sola possibilita’ di salvarci dall’oblio che ci attende.Ma forse non e’ questo che vogliamo.E l’illusione continua…

Leggi il seguito

Doomsday clock

20 Giugno 2009 |  Tagged , | 6 Commenti

Dieci minuti a mezzanotte…la corsa all’atomica per la conquista del mondo,un mondo di detriti luminescenti dove la vita e’ una forma oramai sconosciuta,e’ vicina…
Nove minuti a mezzanotte…una guerra civile sta spazzando via disuguaglianze dove la fame e la miseria si mescola tra grattacieli di vetro,cattedrali abbandonate nel deserto dei sentimenti…
Otto minuti a mezzanotte…l’oro blu,l’acqua,sta creando nuovi conflitti senza pieta’,vero e reale bene primario di sopravvivenza…
Sette minuti a mezzanotte…quel colore della pelle e’ sempre piu’ nero e stride con l’anima bianca dei falsi benpensanti pronti ad approfittare delle guerre dei poveri per arricchirsi…
Sei minuti a mezzanotte…la violenza su chi non puo’ difendersi e’ usanza comune in un mondo dove il piu’ debole soccombe e si annulla,dove la parola uccide e la giustizia latita,inesorabilmente…
Cinque minuti a mezzanotte…Pellicce insanguinate fanno bella mostra di se su bestie feroci assetate di sangue innocente, capaci di dare nuovo lustro ad esistenze che si nutrono dell’apparenza,prive di involucro per l’anima…
Quattro minuti a mezzanotte…nella Terra Promessa infuria l’ingiustizia e la morte,vere padrone di politiche dell’indifferenza,che si nutrono di vendetta e di odio,perfetto bisomio all’autodistruzione…
Tre minuti a mezzanotte…la conquista dell’universo procede speditamente lasciando incompiuto su questa Terra l’obiettivo primario dell’uguaglianza e della convivenza,sacrificato a megalomanie nazionali…
Due minuti a mezzanotte…occhio per occhio,dente per dente,e nessuno restera’ ad alzare il trofeo della vittoria,nessuno ad applaudirti…
Un minuto a mezzanotte…nasce e vive fra le tue mani quella creatura che porta con se speranza e gioia,per la quale daresti la vita senza sapere che gia’ l’hai fatto,annullando te stesso per darle una vita migliore della tua…….
Dieci minuti a mezzanotte…………..

Leggi il seguito

Dedicato

2 Giugno 2009 |  Tagged , | 13 Commenti

Un altro anno e’ passato e non me ne sono accorto.Non mi sono accorto che non si vede sulla pelle, ma negli occhi.Le rughe si aprono la strada tra il sorriso e le smorfie e tracciano solchi indelebili che parlano di nuove storie che si raccontano da sole.Lentamente cambia tutto e quello che era adesso non e’ piu’ ,anche se ci assomiglia.E mentre gli alberi ricominciano a mostrare gemme rigogliose il sole fa capolino dietro ad una nuvola riscaldandomi il viso,quasi accarezzandomi,ricordandomi che ricomincia una nuova giornata e che il tempo non basta mai,che bisogna sempre correre per fare quello che non si puo’ rimandare.Anche le persone cambiano,si trasformano in qualcosa che a stento riconosco,private della felicita’ dagli impegni quotidiani che ci aiutano a sentirci vivi e utili,almeno cosi’ ci fanno credere.Le vedi quando provi a parlare loro e ti dicono che non hanno tempo,che hanno una telefonata importante da fare,che hanno il bimbo a scuola che li aspetta…Ma mentre te lo dicono non ti guardano negli occhi,non hanno il coraggio di guardarti in viso per dirti che non e’ quello il motivo,che la verita’ e’ che non ci credono piu’,che non si faranno piu’ ingannare,che adesso sono cresciuti e non ci cascheranno di nuovo.Gia’,non ci cascheranno piu’.Il tempo dei sogni e delle illusioni e’ finito,adesso c’e’ la cruda realta’ che chiede il conto,che ti soffoca anche le parole in gola,che ti impedisce di gioire per non sentirti diverso da tutti gli altri,quelli che soffrono e si lamentano ogni giorno per qualsiasi cosa,facendo di una coincidenza una catastrofe di cui e’ sempre responsabile qualcun altro,incapaci di prendersi qualsiasi responsabilita’.Persone ormai prive di qualsiasi senso del pudore che fanno del lamento un motivo per inveire contro chi giornalmente cerca, passo dopo passo ,di creare qualcosa di solido ed importante di cui andare fieri,coloro i quali la fortuna se la creano con umilta’ e sacrificio senza falsi proclami.Poi ci sono gli amici,o considerati tali,che sono pronti a consigliarti al meglio visto che loro certe situazioni le hanno sempre gia’ passate,ma che non ti dicono mai a loro come e’ andata a finire.Eh si,gli amici.Quanti ne ho persi e ritrovati in questi anni di incerte situazioni dove anche una sola parola sarebbe stata sufficiente per farti sentire vicina una persona a cui tenevi, ma che non sei mai riuscito a dirglielo per paura di perderla o per pudore,sapendo quanto vale quella parola utilizzata a volte con troppa superficialita’.E queste parole, sebbene siano poca cosa,sono dedicate a quelle persone che in questi anni mi sono state vicine con le loro "parole",spesse volte di conforto e altre volte di grande sensibilita’ ,aiutandomi a capire che basta veramente poco per far sentire importante una persona,pur non avendola mai vista,legati da un filo invisibile ma forte che ci tiene tutti vicini in questo lungo viaggio verso la nostra piu’ profonda interiorita’,alla ricerca della parte piu’ nascosta di noi stessi,capaci di splendide introspezioni attraverso il cuore e l’anima.Vi ringrazio e mi auguro di poter ancora condividere con voi altre mille parole come queste e magari di poterci conoscere meglio,chissa’,anche di persona,per poter consolidare quest’amicizia che e’ la piu’ importante perche’ non chiede nulla ma da tanto,tantissimo.Un saluto sincero ed affettuoso.Giampaolo.

Leggi il seguito

Sogni

13 Maggio 2009 |  Tagged , | 10 Commenti

E‘ una scia.La lascia il tuo cuore su di me.Ed inesorabile mi manchi sempre piu’ anche se sei qui’ vicino a me.Posso sentire il tuo respiro,battiti veloci che si rincorrono frenetici come foglie in vortici di vento,instancabili e frenetiche.
Domande senza risposte chiedono a chi piu’ non c’e’ se quell’illusione era sogno o se, intriso di avida realta’, si libra maestoso dove nemmeno io credevo possibile,dove ancora pochi vuoti sguardi chiedono umile perdono di cosi’ tanta sfacciata curiosita’,prima di far posto all’oblio.Non volevo il paradiso,meta agognata irraggiungibile,ma due ali di spensierata felicita’ per sfiorare quegli anfratti inesplorati ormai negatemi ad un’esistenza soffocata da fremiti di gioia effimera,specchio impietoso di tempi andati e sfuggiti tra dita raggrinzite da troppe speranze finite nella nebulosa della banalita’,incurante di quello che parole d’ebano incidevano nel profondo di me,libro consunto ed archiviato lasciato nella polvere dell’inutilita’….Adesso cosa resta di noi,poveri angeli senza anima da proteggere,inganni raggiunti da lacrime di verita’ sciolta al sole,piccole frasi di convenevole aridita’ ritrovata?
Resta vicino a me,le tue mani stringono il mio cuore fino a stritolarne l’essenza della sensazione piu’ vera,capaci di ritrovare strade gia’ smarrite e mai piu’ ripercorse,dove alberi secolari incisi di frasi immortali mostrano cosa vuol dire amare nella disperazione dell’oblio,memoria del nostro essere noi,
dolorosamente noi.
Non possiamo piu’ tornare indietro.Non c’e’ piu’ tempo per i rimpianti,solo percorrendo il destino sapremo tutto quello che gia’ conosciamo ma abbiamo paura ad ammettere.Ogni passo lascia un’impronta che ci insegna a sopportare la monotonia dei giorni andati,irripetibili,ma unici,decalogo di un sogno di la da venire,embrione di nuove costruzioni emozionali create da un’architetto strambo lasciato giocare con quei fili invisibili,intreccio dei pensieri che ci completano ma ci allontanano…
La nebbia si dirada e ritrovo il tuo sorriso.Forse era sogno,forse non e’ successo nulla e sei qui’ vicino a me.Il tuo respiro copre le mie parole sussurrate nel niente cancellando in un attimo tutti i dubbi.E torno a fantasticare come un bambino ai suoi giochi,mentre l’aurora riporta la luce dove tenebra era,sollievo da incertezze da solitudine.Resta vicino a me e il giorno non finira’ mai,insieme vinceremo le tenebre e scacceremo pensieri maligni,giorno dopo giorno,scalino dopo scalino,fino all’eternita’.Non c’e’ altro che la nostra felicita’:prendila,basta allungare la mano ed e’ gia’ tua,se lo vorrai,se non ne avrai paura.Devi solo crederci e cosi’ sara’:noi siamo quello che vogliamo,se lo vogliamo…

Leggi il seguito

La Resurrezione

17 Aprile 2009 |  Tagged , | 10 Commenti

Un Silenzio assordante copre rumori indistinti nella notte della speranza
Voci lontane trovano eco dentro muri dissolti nel vento

Imbiancando quel che resta di millenni cancellati nel sogno di un bambino.
Gridano ininterrotte sirene che squarciano l’oscurita’
Falene in un limbo di anime perse oramai senza piu’ dolore da sopportare
Nomi e volti diseguali si fondono all’unisono nella visione di nuove albe
Arrossate dal sangue di chi non voleva essere cancellato cosi’.
Impotenti desideri inespressi nel turbinio della luce fioca delle torce,
Ultimi appigli dentro quel boato irrefrenabile,
sbucano tra le mani frementi che cercano vita ancora sgomenta e disillusa…
Dicesti che come oggi saresti rinato,che dalla morte c’e’ scampo
Se solo crederai,un’ultima preghiera lasciata senza risposta.Dicesti
che chi viveva con te non avrebbe piu’ sofferto,nella vita eterna ci
saremmo ritrovati,ma non e’ questo che pensavo potesse succedere,
non mentre festeggiavamo il Tuo ritorno alla vita,resurrezione della
nostra anima ridotta a brandelli.Cosa resta delle nostre preghiere rivolte a
Colui che ci ascolta lasciando accadere tutto cio ed abbandonandoci
Al nostro crudele destino senza darci piu’motivo per esistere?
Fa che da questa iniqua oscurita’ nasca un nuovo germoglio che possa
Alimentare gli occhi di chi cerca ancora senza trovare,dandoci modo di ritrovarci su quella stessa strada che abbiamo percorso insieme per tanto tempo,ancora una volta stringendoci per mano,eludendo per sempre la disperazione e il dolore,verso una terra meno ingiusta fatta di gioia e di comprensione,quella stessa terra che ci avevi promesso,tanto tempo fa…

Leggi il seguito

Granelli di sabbia

23 Marzo 2009 |  Tagged , | 18 Commenti

Dimmi uomo,cosa vedi dentro te adesso?Quante volte ancora dovrai chiederti se domani il sole sorgera’ sopra i tuoi rimpianti asciugando quelle parole appoggiate a staccionate di risentimento ed odio,circondate da aloni d’estasi effimera di chi non capisce piu’ da che parte sta il giusto,croce e delizia per orecchie rose di tedio chiacchiericcio frastornante?
Dimmi uomo,dove hai perso quella bussola d’ingegno che ti porto’ a varcare oceani di solitudine per arrivare alla terra promessa senza piu’voce da poter descrivere tanta belta’,paradiso di colori e sensazioni indicibili,inganno per la mente circuita dall’oscurita’ dell’anima,gabbia dorata di un’esilio perenne dalla verita’?
Conquiste ardue e mitiche leggende si susseguono nel caleidoscopio della tua vita rendendo vana la corsa disperata all’eternita’, senza sapere che di te nulla restera’ se non polvere sparsa al vento della solitudine,capitolo finale di una storia gia’ raccontata dal finale scontato.
Dimmi uomo,sei fiero di quello che sei diventato?Non bastava accontentarsi di vivere senza chiederti il perche’,senza dover scoprire ogni piccolo anfratto nascosto alla luce della consapevolezza, incapace di trascurare l’evidenza delle tue paure,creazioni ammonitrici per quello smisurato arrivismo?
Si.Resteranno di te cattedrali maestose e torri luminose ma nulla che ti ricordi per cosa veramente eri,piccolo lampo di luce che squarcia la notte dell’eternita’,quell’eternita’ che non ti e’ permesso vedere:una promessa mai mantenuta,una domanda senza risposta lasciata cadere tra le mani.Perche’ sei un uomo e l’errore e l’arroganza fanno parte di te,granello di sabbia nella spiaggia dell’universo…

Leggi il seguito